Letture

LGBTQ

Franco Battiato nel 1997 cantava La Cura, canzone stupenda da dedicare alle persone a cui si vuole bene. Perciò torniamo a sabato 12 giugno, quando agli Europei di calcio, 42° minuto del 1° tempo, Christian Eriksen si accascia al suolo rimanendo privo di sensi. È in quei terribili istanti che il capitano della Danimarca, Simon Kjær, si abbassa verso il compagno, gli scosta la lingua dalla gola per non farlo soffocare, gli pratica il primo soccorso (salvandogli la vita) e da grande uomo qual è raggiunge la moglie di Eriksen per consolarla e rassicurarla. Mancava solo che andasse a casa sua a stirare le camicie… e avrebbe fatto davvero tutto. Eroe dell’anno.

Calcisticamente parlando, sempre agli Europei, la UEFA ha avviato un’indagine nei confronti di Manuel Neuer, il portiere della Germania, che portava attorno al braccio la fascia da capitano con i colori dell’arcobaleno sostenendo il Pride Month della diversità sessuale e dell’orgoglio LGBTQ (che non è un codice fiscale ma vuol dire Lesbian Gay Bisexual Transgender Queer. Permetteteci di suggerire alla UEFA di non scandalizzarsi né di incazzarsi troppo: i Tedeschi, nella loro storia, hanno indossato fasce ben peggiori.

Il CTS informa che si potrebbe anche fare un cocktail vaccinale. Dentro di noi, sinceramente, abbiamo un po’ paura su dove, eventualmente, potrebbero infilarci l’ombrellino.

Polemica di Fedez contro il Vaticano dopo le dichiarazioni del Cardinale Paul Richard Gallagher (si vocifera sia un parente dei 2 fratelli Oasis di Wonderwall…) in merito al DDL proposto da Alessandro Zan.

 «Il Vaticano, che ha un debito stimato di 5 miliardi di Euro su tasse immobiliari mai pagate dal 2005 ad oggi per le strutture a fini COMMERCIALI, dice all’Italia “guarda che con il DDL Zan stai violando il Concordato”», ha tuonato su Twitter. Qualcuno spieghi a Fedez come funziona il mondo… e magari farà la cover di Perdono di Caterina Caselli.

I nostri politici hanno fatto una legge che dice: quando passeranno a miglior vita si faranno cremare. Dopodichè doneranno le proprie ceneri alle industrie del farmaco che le trasformeranno in grosse supposte, cosicchè potranno – anche da morti – continuare a fare quello che facevano in vita.

Gaffe degli occhiali da sole per il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden con la Regina Elisabetta. The Queen, offesa e sconcertata, si è allontanata con i suoi paggetti e poi è salita sulla sua carrozza dorata dicendo al maggiordomo: «Ambrogio, ho voglia di qualcosa: non è proprio fame, è più voglia di qualcosa di buono». Ed è così che da un anfratto segreto è sbucato fuori un vassoio pieno di cioccolatini.

Post scriptum: non è assolutamente vero che per viaggiare basta il green pass. Oggi, all’agenzia viaggi, ci hanno chiesto pure i soldi!

Share: