Letture

Fiky Fiky

Il Covid-19 sta sempre più dilagando nelle località di villeggiatura. A tal proposito, è intervenuto il noto cantante romagnolo Gianni Drudi esclamando: «Mantenete il distanziamento! Dovete smetterla di fare Fiky Fiky!».

Ieri sera abbiamo rivisto Matteo Salvini al Papeete di Milano Marittima. Gli abbiamo spiegato che il testosterone è un ormone steroideo, non un quiz per meridionali.

Fedez (al secolo Federico Leonardo Lucia) è stato denunciato per vilipendio delle Forze Armate e per istigazione a delinquere. Così si legge nell’atto di denuncia presentato alla Procura di Milano per il rap Tu come li chiami. Dopo avere apostrofato le nostre forze dell’ordine “infami e figli di cani”, qualcuno saprebbe dirci in quale ufficio devo andare per denunciarlo per le altre canzoni?

Dopo 20 anni di guerra ai Talebani, il Presidente Usa Joe Biden, contrariamente a ciò che gli era stato consigliato dai vertici del Pentagono ha annunciato il ritiro delle truppe dall’Afghanistan entro il 31 agosto 2021. Torna il ricordo drammatico dell’aprile 1975, quando dall’Ambasciata americana a Saigon (Vietnam) si scappava a bordo e attaccati agli sci degli elicotteri. Ora pare si stia trattando con i Talebani per far sì che non attacchino l’Ambasciata a Kabul in cambio di aiuti economici (Aiuti economici? In 20 anni gli Stati Uniti hanno speso 80 miliardi di $ per sconfiggerli!). Donald Trump ha esclamato: «Ma non ero io IL PIRLA?».

Sempre a proposito del buon vecchio Biden, i suoi primi 6 mesi di presidenza sono andati malino: a luglio l’indice di gradimento è crollato ma lui, imperturbabile, ha dichiarato: «Se non piaccio agli americani, la prossima volta mi candiderò in Messico!».

Finalmente il Governo Italiano ha sbloccato il Decreto Giustizia della Ministra Marta Cartabia! Così ora si potranno occupare di cose serie e importanti: tipo il bonus sandali con calzini bianchi.

Bruno Tabacci

Simone Tabacci, figlio del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla politica aerospaziale Bruno Tabacci, è stato assunto dalla Leonardo S.p.A., azienda italiana della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza. Roberto Paolo Ferrari, deputato della Lega, ha definito l’assunzione come «l’ennesima poltrona regalata al PD da Alessandro Profumo». Non ci troviamo proprio nulla di strano: anche nostro padre voleva che andassimo a lavorare in fonderia dove lavorava lui…

Piercamillo Davigo, ex PM di Mani Pulite, è indagato a Brescia per rivelazione di segreto d’ufficio (vedi Loggia Ungheria). Tra i vari nomi citati ci sarebbero Luca Palamara e Giuseppe Conte. «Visto? Si può sempre imparare dai migliori!», ha detto il Primo Ministro ungherese Viktor Orbán.

Dopo il trionfo dell‘Italia agli Europei di Calcio, dopo la pioggia di medaglie e i record dei nostri Olimpionici, se vinciamo il Mondiale di Briscola a Chiamata siamo al top.

Oronzo Canà (Lino Banfi) nel film L’allenatore nel pallone (1984)

Fra pochi giorni ricomincia il Campionato di Calcio con il ritorno di allenatori del calibro di Spalletti (Napoli), Allegri (Juventus) e Sarri (Lazio). Noi, però, aspettiamo sempre Oronzo Canà.

Clamoroso! Lionel Messi, in lacrime, ha lasciato il Barcellona ed è approdato al Paris Saint-Germain con un contratto da 35.000.000 di € all’anno. Finalmente ha smesso di piangere.

Il calciatore argentino Lionel Messi

Post scriptum: consigliamo spassionatamente ai baristi e ai ristoratori di aprire un bar su un autobus. Lì non servirà il green pass.

Share: