Food

“Sogni estivi”. Ricette da chef & vini della Cantina San Michele Appiano

Ogni anno, in questo periodo, le ricette degli chef d’Italia sposano i vini della Cantina San Michele Appiano, leader in Alto Adige, che prosegue con impegno e passione la grande tradizione vitivinicola dando spazio all’innovazione in campo tecnologico e operativo.

Nelle scorse estati “Sogni estivi” ha visto avvicendarsi chef (stellati e non) quali Herbert Hintner, Alfonso Caputo, Nicola Portinari, Paolo Gori (proprietario con il fratello e sommelier Andrea della Trattoria da Burde di Firenze) e Diego Pani del Marcopolo, ristorante storico della Riviera Ligure, a Ventimiglia.

Gli chef Renzo e Damiano Dal Farra della Locanda San Lorenzo

Ora è il turno di Renzo Dal Farra, chef  insieme al figlio Damiano della stellata Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago, in provincia di Belluno, nata agli inizi del 900 e più che mai legata al territorio e alla stagionalità. Insieme hanno ideato uno speciale menù di 3 piatti, abbinati a 2 vini bianchi e 1 vino rosso della Cantina San Michele Appiano.

Tataki di ricciola con crema di mandorle, gel di albicocca, pomodoro e pesca

Fruttato e fresco della linea Selezione di San Michele Appiano, il Pinot Bianco “Schulthauser” 2020 è l’ideale per accompagnare l’entrée degli chef Dal Farra: il tataki di ricciola con crema di mandorle, gel di albicocca, pomodoro e pesca. La cremosa morbidezza e la spiccata acidità di questo vino esalta l’incontro dei vari sapori e profumi che raggiungono un sapiente equilibrio nell’antipasto della Locanda San Lorenzo.

Risotto di piselli e basilico, stracciatella di burrata, tartare di seppie e gel al lime

Abbinato al 1° piatto del menù, il risotto di piselli e basilico, stracciatella di burrata, tartare di seppie e gel al lime, c’è lo Chardonnay Merol 2020 della linea Selezione, così chiamato per la provenienza delle uve dai vigneti collinari in zona Merol nelle immediate vicinanze della cantina. Dagli aromi fruttati di melone e mela matura, accompagna con piacevolezza questo risotto di pesce e verdure, che lo chef consiglia di gustare con i vari ingredienti separati per coglierne ogni singola sfumatura: dalla cremosità della stracciatella di burrata, alla dolcezza dei piselli; dal gusto delicato delle seppie, al gradevole tocco acidulo dato dal gel al lime.

Cubo di vitello alla milanese farcito ai funghi, finferli e salsa al tartufo

La scelta di Renzo e Damiano Dal Farra di abbinare al cubo di vitello alla milanese farcito ai funghi, finferli e salsa al tartufo è caduta sul Pinot Noir Riserva Sanct Valentin 2018, il vino rosso più importante della Cantina San Michele Appiano nonché grande sfida del winemaker Hans Terzer. Per la sua produzione, dal 1995 parte della linea di punta, vengono utilizzate solo le vigne migliori e le piante più antiche. L’eleganza e la sensualità di questo vino che si distingue per struttura, equilibrio e tannini fini, sono perfetti per esaltare piatti di carne dal sapore intenso, come questo 2° della Locanda San Lorenzo.

Share: