Beauty

Quasi quasi mi faccio uno shampoo… solido!

Spesso i seguaci ambientalisti di Greta Thunberg ci invitano allo zero waste. Con un minimo di senso pratico, infatti, possiamo combattere l’inquinamento da spreco. Ma in che modo? Iniziando a eliminare la bottiglietta di plastica dello shampoo e scegliendo quello solido, che garantisce un’azione schiumosa e soffice. Somiglia a una saponetta, lo si può portare nel beauty, ha le stesse proprietà di uno shampoo liquido e perciò è la rivoluzione eco-friendly nel settore della cosmesi.

Nel 1988, Lush è stato fra i primi a commercializzarlo e ogni suo shampoo è un concentrato di pregiati oli essenziali e ingredienti naturali. Pensate che in media vale come 3 bottiglie di shampoo liquido da 250 gr. e dura dagli 80 ai 100 lavaggi! In rete c’è una guida che il brand vi mette a disposizione per scegliere quello giusto per ogni tipo di capello. 11 differenti miscele di oli essenziali con ingredienti inimmaginabili: cannella, chiodi di garofano e rosmarino per detergere la cute e stimolare i follicoli impigriti; lavanda e rosmarino, olio essenziale di limone e bacche di ginepro per un’azione riequilibrante; muschio irlandese, alghe nori e sale marino per dare più volume; legno di cedro, olio essenziale di rosa e olio essenziale di cade, per un trattamento antiforfora.

L’Occitane, invece, vi propone un melange di 5 oli essenziali e 2 principi attivi vegetali, per una schiuma di erbe salutari che donano bellezza alla vostra chioma. E se Yves Rocher vince con le sue formule agli oli infusi di camomilla e fiordaliso dalle proprietà idratanti, Sephora vi consiglia la linea Respire alla fragranza di pesca, lo shampoo dai 3 oli vegetali biologici: olio di mandorle dolci a effetto nutriente, olio di camelina che rende i capelli soffici e protetti, olio di avena per ridare vitalità alla chioma.

Utilizzare lo shampoo solido è semplicissimo: strofinate leggermente il panetto sui capelli bagnati, o passatelo fra le mani bagnate e applicatelo sulla chioma. Si formerà una schiuma morbida da massaggiare bene sulla cute e sulle lunghezze, per poi risciacquare in abbondanza. Consiglio finale della nonna: dopo esservi fatti lo shampoo, procedete con un risciacquo acido a base di acqua e limone oppure aceto (un paio di cucchiai di succo x ogni litro d’acqua, meglio se fredda) che renderà i vostri capelli più lucenti e morbidi.

Share: