Prima Pagina

Da Merano a Wattens, Mercatini di Natale 2019

Al villaggio natalizio di Merano (https://mercatini.merano.eu/) quest’anno entra in gioco la tecnologia grazie a un progetto smart che coinvolge tutti, utilizzando lo smartphone, in una divertente caccia al tesoro tecnologica. Potete poi tuffarvi nelle specialità gastronomiche delle bancherelle, partecipare a laboratori creativi, assistere a spettacoli teatrali e danzare sulla pista di ghiaccio. Inoltre, gustate le specialità tipiche nelle Kugln Terme, le maxi sfere di Natale che racchiudono piccoli ristoranti gourmet per un massimo di 10 persone. Nel panoramico Skybar, vale invece la pena sorseggiare il Christmas Aperitif.

Lana (https://www.merano-suedtirol.it/it/lana-e dintorni.html) in provincia di Bolzano, Il Giardino dei Cappuccini addobbato con luminose sfere rosse, è l’incantevole location della rassegna Polvere di Stelle, con un programma fitto di appuntamenti: come imparare a confezionare San Niccolò con latta e stoffa, creare la tipica casetta di pan pepato, costruire un nido invernale per gli uccellini. E ancora, la sfilata dei tradizionali Krampus (i diavoli di San Nicola), i canti gospel e le magiche proiezioni. Fare shopping passeggiando fra gli stand che offrono prodotti d’artigianato realizzati con materiali naturali, vi farà respire l’atmosfera natalizia più sincera, fatta di ritmi rilassati, una tazza di vin brulé, una zuppa di gulasch con il brezel, un bel piatto di gnocchetti fritti alla tirolese.

Un  grande albero di Natale si accende in piazza Duomo, a Trento (https://www.mercatinodinatale.tn.it/) dove le casette di legno mettono in vendita sculture, capi d’abbigliamento in lana cotta, cuscini con cirmolo e noccioli di ciliegio, cosmetici a base di erbe ed essenze naturali. Da acquistare le sfere lavorate con la tecnica Biedermeier, realizzate con pigne, bacche, cannella, semi e fiori. Le eccellenze culinarie (anche gluten free) non mancano di certo: canederli con lo speck o la luganega; polenta da accompagnare ai formaggi locali; tortelli di patate; brezel farciti; strudel di mele; strauben, zelten e altri dolci tipici da abbinare  all’esclusivo mochen brulé a base di vino bianco, rum, zucchero e frutti di bosco.

Fra le colline delle Langhe e il Monferrato, il castello sabaudo e il giardino rinascimentale di Govone (https://www.magicopaesedinatale.com/it-it/) si trasformano in un piccolo regno popolato da elfi e personaggi fantastici, dove musica, arti teatrali e gioco hanno il potere di riunire grandi e piccini. Quest’anno lo spettacolo musicale che va in scena nella Casa di Babbo Natale racconta la storia di Rudolph, la renna dal grande e luminoso naso rosso, “difetto” che proprio durante una notte burrascosa le consente di guidare le sue compagne. Salvando così il Natale. Per raggiungere l’evento da Torino e Milano, gran ritorno del treno storico viaggiando su carrozze d’altri tempi.

Le località della regione del Bodensee (Lago di Costanza) ospitano nel periodo dell’Avvento 70 mercatini di Natale (https://www.bodensee.eu/i-mercatini-di-natale) distribuiti fra Germania, Austria, Svizzera e Principato del Liechtenstein, ognuno con le sue peculiarità: dalle kermesse sull’acqua, alle suggestive ambientazioni nei borghi e nei castelli; dalle atmosfere fiabesche, agli allestimenti fra i boschi e nella natura; dall’artigianato, alle specialità dolciarie e gastronomiche. Le distanze ravvicinate fra le località, inoltre, vi danno l’opportunità di visitare nell’arco di una giornata mercatini l’uno diverso dall’altro spostandovi in catamarano o a bordo di una motonave.

Se nel porto della città vecchia di Lindau, su un’isola protetta da un faro e da un maestoso leone di pietra, in occasione delle festività c’è un magico bosco di abeti, a Bregenz non perdete il maestoso presepe vivente e a Costanza il folkloristico mercato di Natale che con i suoi 170 stand si dipana dal centro storico fino al porto.

Nel periodo più magico dell’anno, a Stein am Rhein e a St. Gallen vi sembrerà di vivere in una favola dei fratelli Grimm fra atmosfere incantate, musica e luminosi astri giganti. Decine di stand propongono oggetti d’artigianato e dolciumi, la sentinella notturna narra un passato di streghe e contrabbandieri e nel chiostro del Convento di San Giorgio si rivive l’epoca medioevale tra fabbri, falegnami e giocolieri.

Imponenti mura, rocche del Medioevo, case a graticcio, borghi e castelli sono la cornice ideale per i mercatini della città imperiale di Ravensburg, la barocca Tettnang e Vaduz con il suo imponente castello, dimora della famiglia regnante del Liechtenstein, che dona un tocco principesco alle tante bancarelle in bella mostra sulle strade.

Uno speciale bus natalizio vi accompagnerà alla scoperta di Stoccarda (https://www.stuttgart-tourist.de/) tramutata in magica città natalizia con sculture luminose, i 110 alberi della Königsstrasse addobbati con lampadine led, il Christmas Garden al giardino botanico e zoologico Wilhelma.

Da non perdere, poi, una visita alle vicine cittadine di Esslingen e Ludwigsburg, dove fra stradine acciottolate, case a graticcio e fortezze murate, il Natale ha davvero un gusto antico.

Il profumo delle frittelle appena sfornate, le mani che si scaldano attorno a una tazza di vin brulé o di cioccolata calda… Natale ha un’atmosfera particolare ad Hall in Tirol (https://www.hall-wattens.at/de/) cittadina a pochi chilometri dal confine del Brennero che vanta 700 anni di storia. Un calendario proietta sulle facciate degli splendidi palazzi i giorni che mancano al Natale, mentre tutta la città si prepara per la festa più attesa dell’anno. Gli abitanti, inoltre, aprono su richiesta la porta di casa per replicare una delle tradizioni più amate, il Krippele schauen: mostrare i presepi e offrire agli ospiti i dolci dell’Avvento. Poco lontano, a Wattens, la magia continua ai Mondi di Cristallo Swarovski: arpe luminose diffondono suoni armoniosi facendo illuminare i magici personaggi creati dal designer Tord Boontje, mentre una nuvola di cristallo interattiva e uno splendente Carousel creano un’atmosfera ad hoc. Un dolce angolo è dedicato alle golosità: Kirchtagskrapfen, pan di zenzero, vin brûlé, punch, krapfen, caldarroste, Kiachln con crauti o mirtilli, le tipiche Schnaps, i formaggi regionali.

Share: