Coolmag - music

Gary Panter
X-Ray
Justin Hampton
home - music




Rock Poster Art

di Stefano Bianchi

È una forma d’arte fra le più rappresentative dell’estetica contemporanea. Si nutre di Rock, condividendone simboli e icone. Conosciuta come Rock Poster Art, è fatta di manifesti che il più delle volte «non sembrano avere una connessione significativa con la band», sottolinea l’esperto in materia Chris Marksberry, «ma sono piuttosto un veicolo per le migliori idee visuali di questi artisti». Creati artigianalmente e stampati in serie limitata, firmata e numerata da pittori/designers, i collezionatissimi Gig Posters che pedinano concerti ed eventi speciali approvati dai gruppi rock o dai loro impresari sono esposti a Bologna per raccontare la loro “mission” promozionale che talvolta si rivela provocatoria e spesso veicola messaggi sociali.

Quest’arte che ha la forza di farsi “sentire con gli occhi" affonda le proprie radici nell'America degli Anni ’60, cresce e si sviluppa nei ’70 per trasformarsi negli ’80 in “flyers” (volantini pubblicitari) realizzati con le fotocopiatrici Xerox per “sponsorizzare” concerti Punk e New Wave. Gli Anni ’90 vedono le copertine dei dischi rimpicciolirsi: dal Long Playing si passa al Cd e di conseguenza – per accendere l’immaginazione di chi ascolta musica – il poster si tramuta in una tela che illustra la “rock scene” per mano di Johnny Ace, Coop, Art Chantry, Alan Forbes, Derek Hess, Mark Arminski, Frank Kozik, Chuck Sperry, Emek, Jermaine Rogers, Todd Slater, Chuck Sperry e altri istrionici artisti che contribuiscono a implementare il movimento a colpi di Street Art, Graffiti, Art Nouveau, cinema, fumetti e cultura Hot Rod. Proprio come le 39 serigrafie in mostra, impeccabilmente realizzate da Shepard Fairey (OBEY), Gary Panter, Rhys Cooper, Bandito Design, X-Ray, Ernie Parada, Ken Taylor, Gavin Beattie, Crosshair Design, Mad Pixel, Adam Pobiak, Justin Kamerer, Rockets Are Red, Brian Ewing, Lil Tuffy, Jeral Tidwell, Fabio Meschini (Clockwork Pictures), Justin Hampton, Lars P. Krause, The Silent P, Zum Heimathafen, Mike Wohlberg, Leia Bell, Justin Santora e Stainboy.

Rock Poster Art
Sentire con gli Occhi
Fino all’11 dicembre, ONO arte contemporanea, via Santa Margherita 10, Bologna

tel. 051262465

www.onoarte.com

Foto: Gary Panter
X-Ray
Justin Hampton

stampa

coolmag