Coolmag - music

What's The Story
Remastered Box
Promotional Poster
home - music




CoolRewind - I migliori dischi della storia del Rock: Oasis - (What's The Story) Morning Glory? (1995, Big Brother Recordings)

di Cosimo Calogiuri

Umore: GLORIOSO

Se non si vuole credere ai miracoli, è difficile pensare che si tratti solo di una coincidenza. Adolescenti inclini alla ribellione, alle risse e ai furti, i fratelli Noel e Liam Gallagher nel 1991 a Manchester decidono di mettere insieme una rock & roll band. Tu guarda la combinazione: Liam si rivela un cantante formidabile; Noel crea alla chitarra un abrasivo e inconfondibile “sound”, mostrandosi fin da subito capace di comporre canzoni che sono autentici capolavori. Il 30 agosto ’94 gli Oasis pubblicano Definitely Maybe, album inglese di una band esordiente che vende più copie in minor tempo. Ma è con (What's The Story) Morning Glory? del ‘95 che la formazione raggiunge il grande pubblico salendo in cima alle classifiche mondiali. Vi confido che ogni sera, prima di andare a dormire, eseguo lo stesso rito propiziatorio: mi aggiro di fronte alla mia discoteca per azzeccare il disco più adatto ad affrontare, il giorno dopo, il tragitto automobilistico che mi porta sul luogo di lavoro. Ogni sera, lo stesso rito. La sera successiva, sostituisco l’album con un nuovo Cd: ma se vi state chiedendo se il mio astuccio portadischi ne contenga sempre uno solo, sappiate che così non è. In caso di astinenza (soprattutto dopo una giornata stressante) per affrontare il traffico milanese non posso prescindere né separarmi da Live At Paradiso di Paul Weller (l'unico scaricato dalla rete, che non è un disco ufficiale ma il Modfather val bene un'infrazione alla regola) e ovviamente da (What's The Story) Morning Glory?. Ammetto che dopo i primi 2, miracolosi dischi, ho preso le distanze dagli Oasis per via dei litigi, delle risse e delle battute feroci tra i due “brothers” (rispondendo a un giornalista che gli domandava quando il gruppo avrebbe inciso un "live", Noel rispose che l'avrebbero fatto quando Liam si fosse deciso a iniziare a comporre canzoni). A parte The Masterplan, formidabile raccolta del ‘98 che racchiude i retri dei singoli estratti dalle “sessions” di (What's The Story) Morning Glory? e il loro miglior pezzo in assoluto (The Masterplan, appunto), da Be Here Now (‘97) passando per Standing Off The Shoulder Of Giants (2000) fino all'inconcludente Dig Out Your Soul (2008), gli Oasis hanno oltremodo tirato la corda cercando di far leva su una vena creativa ormai esaurita.

La storia fra me e loro sembrava giunta al capolinea. Ma i Gallagher, separatamente, hanno deciso di tornare a fare musica e al sottoscritto gli si sono drizzate di nuovo le orecchie: inutilmente, per quanto riguarda i Beady Eye di Liam col resto dei turnisti degli Oasis (Different Gear Still Speeding e Be mi sono del tutto indifferenti); tutt'altra musica per i Noel Gallagher's High Flying Birds, con l’omonimo disco pieno di meravigliose canzoni. Detto ciò, se avete amato e amate ancora gli Oasis, procuratevi questo favoloso Super Deluxe Box Set (Remastered) di (What's The Story) Morning Glory? che include 3 Cd: l’incisione originale, tutte le canzoni delle “sessions” che erano state escluse (pensate: avevano tolto The Masterplan e persino  Rockin’ Chair...) nonchè un sublime “live” dell'epoca con esecuzioni elettriche, “unplugged” e “demo” succosissimi. In tutto, 40 pezzi. Quando Noel Gallagher è venuto a Milano il 15 marzo 2012 per promozionare alla Salumeria della Musica il suo album solista, ha tenuto un concerto acustico per Virgin Radio. Accidenti se c'ero. Ho scoperto di avere il biglietto e la certezza di esserci solo un'ora prima. Mentre aspettavo l’evento, mi sono messo ad ascoltare i brani solisti. Ma vi confesso (con un filo d‘imbarazzo: detesto stressare i miei idoli con le vecchie canzoni) che il mio cervello e il mio cuore formulavano la stessa domanda: suonerà qualcosa di (What's The Story) Morning Glory?. Non mi ha deluso. Non sono mancate Wonderwall e nemmeno Don't Look Back In Anger. Prendete nota: il nuovo disco di Noel uscirà il 2 marzo 2015 e il 14 tornerà a Milano per un concerto al Fabrique. Sappiate che sono già in trepida attesa.

http://rkid003.blogspot.it

www.oasisinet.com/#!/home


stampa

coolmag