Coolmag - music

Darkness Box
The Promise
Darkness Portrait
home - music




CoolRewind - I migliori dischi della storia del Rock: Bruce Springsteen - The Promise: The Darkness On The Edge Of Town Story (1978, Sony Music)

di Stefano Boschetto

Umore: RABBIOSO

1978: Patti Smith, Television, Ramones, Blondie, Talking Heads, sono le dirompenti certezze del movimento punk che sta squassando NYC, dalla Bowery fino ad Harlem. Darkness On The Edge Of Town, esce il 2 giugno coniugando con un linguaggio crudo la rabbia del punk e la ricerca di un Nuovo Sogno Americano per la “working class”. Bruce Springsteen è reduce da una snervante battaglia legale con l'ex manager Mike Appell, culminata in 2 anni di assenza forzata dalla sala d'incisione. La sua rabbia esplode nei rock taglienti di Badlands, Prove It All Night, Adam Raised A Cain, Streets Of Fire e Candy's Room; nella struggente poesia di strada che scandisce Racing In The Streets; nell’omaggio alla dura vita del "blue collar" racchiuso nel drammatico incedere di Factory. La speranza sedimenta nei grandi spazi di The Promised Land, dove i films western e il tema del viaggio verso una libertà tutta da scoprire vengono rivisitati grazie alle emozioni suscitate dalle settimane "on the road" sulle "backstreets" d'America, trascorse con l’amico di sempre Steven Van Zandt a bordo di una vecchia Chevy decapottabile. La rimasterizzazione digitale consegna per sempre questo capolavoro ai posteri, e la confezione racchiusa nella riproduzione del taccuino di appunti utilizzato dal Boss durante la tormentata lavorazione del disco, si arricchisce di tutto quello che fans e reduci da quel fatidico '78 hanno sempre desiderato: un doppio Cd con brani  inediti tratti dalle "sessions" di Darkness On The Edge Of Town e 3 Dvd.
 
Il primo disco è un vero e proprio laboratorio di idee, che dal rock'n’roll al soul e fino al pop delinearono le basi del successivo The River. Accanto a canzoni uscite all’ultimo momento dalla "tracklist" di Darkness come la splendida The Promise, e alle già note Because The Night, Rendez Vous e Fire, spiccano gioielli come The Brokenhearted, Wrong Side Of The Street, Save My Love e la versione originale di Talk To Me, scoppiettante rhythm & blues ceduto a suo tempo all’amico Southside Johnny. I 3 Dvd, racchiudono rispettivamente il film sulla gestazione del disco (The Promise: The Making Of Darkness On The Edge Of Town), il Live At The Paramount Theatre 2009 con l’intera rivisitazione dell'album durante uno dei "breaks" del Magic Tour, una raccolta di inedite "performances" dal vivo  tra il ’76 e il ’78 e "last but not least", Houston ’78 che include il concerto dell’8 dicembre, unica testimonianza ufficiale di quello che è probabilmente stato il miglior tour di Bruce Springsteen & The E Street Band. Partito da Buffalo il 23 maggio '78 e conclusosi l’1 gennaio '79 al Ritchfield Coliseum di Cleveland, il Darkness Tour è stato un trionfo di rock'n’roll puro, con concerti ormai prossimi alle 4 ore e leggendarie esibizioni come quelle del Fillmore East di San Francisco e del Capitol Theatre di Passaic. Nel Dvd, oltre ai brani di Darkness e agli inediti più celebri fra cui una Because The Night arricchita da una lunga "intro" chitarristica, The Fever, Independence Day e Point Blank, troviamo straordinarie rivisitazioni di classici come il celeberrimo Detroit Medley di Mitch Ryder, Quarter To Three e You Can’t Sit Down, con tutta la loro carica vitale. Nel deserto del Nevada, un cartello impolverato e sbattuto dal vento recita: This is the land of Peace, Love, Justice and No Mercy. Questo è Bruce Springsteen. Questo è Darkness On The Edge Of Town.

www.sonymusic.it

www.brucespringsteen.net



 

stampa

coolmag