Coolmag - music

Trouble Man
Marvin Gaye
What's Going On
home - music




Marvin Gaye - Trouble Man (Motown)

di Cosimo Calogiuri

Umore: STRUGGENTE   

Sconosciuta ai più, Trouble Man è una gemma dimenticata. Ossia il capolavoro da recuperare, il Marvin Gaye che non ti aspetti o non ricordi più. Il genio dell'etichetta discografica Motown assassinato dal padre il 1° aprile 1984, un giorno prima del suo quarantacinquesimo compleanno; l’artista leader del soul e del rhythm & blues che nel ‘71 fu capace di regalarci quell’autentico capolavoro intitolato What's Going On, l’anno successivo dopo aver deciso di scrivere musiche da film donò a Ivan Dixon, regista di Trouble Man (solenne fiasco al botteghino), questa memorabile "soundtrack".

Altri grandi del soul-funk si cimentarono, in quel periodo, nella composizione di colonne sonore indimenticabili: ricordiamo, su tutte, Shaft di Isaac Hayes (‘71) e Superfly di Curtis Mayfield (‘72). Ma erano dischi prestati al cinema; raccolte di pezzi intramontabili che avrebbero potuto benissimo funzionare anche sganciate dai rispettivi films. In Trouble Man, come fosse un Ennio Morricone nero, Marvin Gaye ci presenta una “suite” lunga 38 minuti senza interruzioni, in cui la “title track” (che raggiunse il settimo posto della Billboard Hot 100, nel gennaio ’73) viene riproposta in 4 versioni tenute a loro volta insieme da brani strumentali che sono una perfetta sintesi di soul, blaxploitation e Motownsound. Se dopo una stressante giornata di lavoro volete riconciliarvi con la vita, abbassate le luci, allentate il nodo della cravatta, sdraiatevi sul divano e chiudete gli occhi. Al resto ci penserà Marvin.

www.motown.com

www.marvingayepage.net

stampa

coolmag