Coolmag - music

American Land
Springsteen
Bruce Springsteen libro
home - music




Bruce Springsteen - We Shall Overcome - The Seeger Sessions - American Land Edition (Sony Bmg)

di Stefano Boschetto

«This is an immigrant song for New York City», ha annunciato il 22 giugno scorso Bruce Springsteen dal palco del Madison Square Garden presentando American Land, prima canzone della serata. E proprio American Land, unico brano inedito, dà il titolo alla ri-edizione di We Shall Overcome - The Seeger Sessions, con alcune interessanti aggiunte audio e video. Al festoso pezzo, intriso d’atmosfere irlandesi care ai Pogues e ispirato a He Lies In The American Land (poesia scritta da un immigrato slovacco, in seguito tradotta e musicata da Pete Seeger), si aggiungono Bring Them Home, brano “antemico” di Seeger datato ‘65 e inno contro la guerra del Vietnam, per l’occasione corredato da un testo che fa luce sui recenti, sanguinosi eventi in Medio Oriente, e How Can A Poor Man Stand Such Times, canzone composta da Blind Alfred Reed dopo la Grande Depressione americana del ’29, a cui Springsteen aggiunge 3 versi ispirati alla tragedia di New Orleans e una potentissima struttura soul impeccabilmente eseguita dal suo ensemble di 17 musicisti.

Seguono Buffalo Gals e How Can I Keep From Singing, composizioni già presenti in video nella precedente edizione del Cd, mentre la parte forse più interessante è riservata al Dvd allegato, che comprende un esteso “making of” del disco, le clips di American Land e Pay Me My Money Down, nonché i filmati dal vivo di How Can A Poor Man Stand Such Times e Bring Them Home tratti dai concerti di Los Angeles e Concord, da cui emerge il notevole impatto sonoro e visivo della Seger Session Band. Dave Marsh, noto giornalista e “biografo” del Boss, completa il libretto ricco di foto inedite con note esaurienti e dettagliate. Con The Seeger Sessions, Springsteen ha così completato il trittico acoustic-folk iniziato nel ‘95 con The Ghost Of Tom Joad e proseguito lo scorso anno con Devils And Dust proponendosi come ideale prosecutore della grande tradizione cantautorale a stelle e strisce. Soprattutto, ha reso immortali i suoi eroi della quotidianità sbarcati dal Vecchio Continente, che l’American Dream hanno contribuito a crearlo.


In libreria, la storia di Springsteen e della E Street Band

Il Boss di Freehold, in questo autunno decisamente “caldo” per i suoi fans, viene riproposto nel libro Greetings From E Street – La storia di Bruce Springsteen e della E Street Band scritto da Robert Santelli. Un autentico scrigno delle meraviglie che attraverso immagini perlopiù inedite, inserti staccabili che contengono riproduzioni di scalette e biglietti di concerti, backstage passes, manifesti ed altre memorabilia, ripercorre la storia e l’evoluzione di una delle più gloriose rock’n’roll bands dei nostri tempi e del suo inimitabile "direttore d’orchestra".

Robert Santelli, Greetings From E Street – La storia di Bruce Springsteen e della E Street Band, Rizzoli Editore, 96 pagine, € 40

www.rizzoli.rcslibri.corriere.it
www.brucespringsteen.net






stampa

coolmag