Coolmag - food

Underground Supper Club 1
Underground Supper Club 2
Underground Supper Club 3
home - food




The Underground Supper Club

di Gabriele Paoli

La scena gastronomica e culinaria di Londra sta diventando (se già non lo è) una delle protagoniste “top” per varietà, contenuti, nuove idee. Ma volete qualcosa in più? Affidatevi ad Alex Cooper (chef diplomato alla scuola Le Cordon Bleu di Parigi) e a Tom Fothergill (che si occupa dell’aspetto manageriale) che hanno creato The Undeground Supper Club. Partendo da alcuni vagoni in disuso della metropolitana che risalgono al 1967 e sono fermi al terminal della Victoria Line (fra le più popolari della capitale inglese), hanno deciso di ridare loro nuova vita stravolgendone il fine originario. Prima caratteristica che rende l’iniziativa del tutto particolare, è che non si tratta di un vero e proprio ristorante dal momento che è operativo solo 3 o 4 volte al mese. Inoltre, tutto si svolge all’interno dei vagoni della Tube con serate dove l’arte culinaria trova una sua degna collocazione, avendo Cooper lavorato al fianco di alcuni fra i maggiori cuochi europei.

Ulteriore originalità dell’Undeground Supper Club è la possibilità di socializzare sedendosi accanto a estranei per gustare ottimo cibo e sorseggiare un buon bicchiere di vino: esperienza del tutto diversa da quella di un normale passeggero! A differenza dei tradizionali ristoranti, la cena viene servita in contemporanea a tutti i clienti che si sono prenotati e viene introdotta da un cocktail di benvenuto in cui lo chef spiega il concetto di “food” in luoghi di solito non preposti per sedersi a tavola. I commensali vengono poi invitati a presentarsi alle persone sedute accanto, dando così inizio a una serata di condivisione e opportunità di creare nuove amicizie. Il menù comprende 7 portate evidenziate coi colori delle linee della metropolitana (verde, rossa, gialla, nera…) e si conclude con caffè, tè e pacchetti di biscotti distribuiti fra i passeggeri. Alcune pietanze hanno nomi piuttosto “originali” che richiederebbero un’accurata ricerca su Google: potrebbe quindi rivelarsi tutt’altro che semplice capire cosa si sta mangiando… seppure gustosissimo! Potete prenotare via Internet e alla conferma vi verrà richiesto di non presentarvi in ritardo all’ora indicata per non creare problemi con gli altri clienti. Pagherete circa £ 45 a persona (cifra più che ragionevole per Londra) e avrete diritto a un drink, alcolico o non.

www.basementgalley.com

www.visitbritain.com/it/IT
 

stampa

coolmag