Coolmag - food

CoolCook
Zuppa alla frantoiana
Fattoria La Loggia
home - food




i'cché c'è di bono oggi? Zuppa alla frantoiana

di Gabriele Paoli

Con le sue numerose varianti, la zuppa è un piatto fondamentale della cucina fiorentina. In particolare, la zuppa alla frantoiana rappresenta la pietanza povera per eccellenza; che, peraltro, spicca per ricchezza e varietà di sapori che la rendono unica e assai apprezzata. Il segreto? Sta nella cura e nell’attenta lavorazione degli ingredienti, mentre il tocco finale consiste nel versarvi sopra un po' di olio extravergine d'oliva per esaltarne tutta la fragranza. Tradizionalmente rurale, forse meno conosciuta della ribollita, questa squisita minestra testimonia l'importanza culturale dell'olio in terra di Toscana.

Ingredienti per 6 persone:

olio extravergine d’oliva di prima spremitura
700 gr. di fagioli rossi o borlotti freschi (oppure 300 gr. secchi)
1 kg. di cavolo nero
200 gr. di radicchio di campo
700 gr. di patate
3 zucchine
1 cipolla
1 pomodoro maturo
3 carote
1 costola di sedano
timo
finocchio selvatico
aglio
sale

pepe

Lessate i fagioli e passateli al setaccio lasciandone interi circa 3 cucchiai. Mettete a rosolare in una pentola piuttosto grande un battuto di cipolla, sedano e carota in circa 10 cucchiai d’olio. Poco dopo, unite il pomodoro e quando tutto sarà ben insaporito aggiungete il passato di fagioli e il loro brodo di cottura. Appena inizia a bollire, unite le altre verdure tagliuzzate, le carote e le zucchine affettate a rotelline sottili. Aromatizzate con un pizzico di semi di finocchio e un paio di rametti di timo. Lasciate cuocere per circa 45 minuti tenendo presente che la zuppa dovrà risultare piuttosto densa. Poco prima di toglierla dal fuoco, metteteci dentro anche i fagioli interi precedentemente conservati. Tagliate a fette sottili il pane casalingo toscano e dopo averlo un po’ abbrustolito agliatelo leggermente. Mettete alcune fette sul fondo di una zuppiera, irroratele con un po’ d’olio e versate la metà della zuppa intiepidita, poi un altro strato di fette, altro olio, altra zuppa, altro olio ancora.

Dato che la zuppa alla frantoiana si fonda essenzialmente sull’olio, è fondamentale che sia genuino. Quello prodotto dalla Fattoria La Loggia è il risultato di processi di prima spremitura. Le olive raccolte, vengono passate alla molitura e poi all'estrazione del mosto d'olio. Dopodichè viene separato l'olio dall'acqua e, una volta effettuati lo stoccaggio negli orci e la chiarificazione dell'olio extravergine di prima spremitura, viene imbottigliato. Grazie alle sostanze antiossidanti, aiuta a combattere il colesterolo e con i suoi acidi grassi insaturi a mantenersi in forma.

www.fattorialaloggia.com/olio.htm






stampa

coolmag