Coolmag - food

Gonfalone Fiorentino
La pappa al pomodoro
Rosato di Carmignano
home - food




i’cché c’è di bono oggi? Pappa al pomodoro

di Gabriele Paoli

Dopo un ottimo antipasto, vale la pena passare a un primo d’eccellenza, la pappa al pomodoro, fiore all’occhiello della tipica cucina fiorentina. È un piatto “povero”, la cui origine contadina è testimoniata dagli ingredienti: pane casalingo toscano (non salato) raffermo, pomodori, spicchi d'aglio, basilico, brodo, olio d’oliva extravergine toscano, sale e pepe.

Una curiosità: la pappa al pomodoro si svela per la prima volta al di fuori dell’area fiorentina e toscana grazie alle celebri pagine del libro Il Giornalino di Gian Burrasca, scritto da Luigi Bertelli detto Vamba. Negli Anni '60, in occasione dello sceneggiato televisivo tratto dal romanzo, Viva la pappa col pomodoro viene intonata a mo’ di colonna sonora da Rita Pavone.

Ingredienti per 8 persone:

800 gr. di pomodori freschi maturi
500 gr. di pane casalingo toscano
1 aglio (tritato)
qualche foglia di basilico
1 puntina di zenzero
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
1 litro e ½ di brodo
1 bicchiere d’olio d’oliva extravergine
Sale
Pepe


Di ricette così ne esistono un’infinità (forse tante quante sono le famiglie), ma ne vengono utilizzate almeno 2 varianti. Nella prima, si mettono tutti gli ingredienti a freddo per poi farli bollire insieme. Nella seconda, si scalda il brodo sul fuoco e si buttano i pomodori già cotti e passati al setaccio, le fette di pane leggermente tostate, l’aglio tritato, sale e pepe. Si lascia quindi cuocere fino a quando il liquido si sarà consumato. A questo punto, si amalgama con una frusta (come quella per montare la chiara d’uovo) in modo da sbriciolare bene il pane.


Rosato di Carmignano

I vini più adatti alla degustazione sono i rossi asciutti, leggeri e vinosi, oppure i rosati come il brioso Ruspo di Carmignano. Di colore rosato chiaretto molto fine al naso, tipico e originale al tempo stesso, con fragranti sentori di frutti rossi boschivi alternati a piacevoli note floreali di iris appena fiorito. Al gusto, conquista per la piacevolezza mai stucchevole. Vino semplice, senza grandi pretese, si equilibra fra le proprie componenti morbido-dure grazie alla dolce nota fruttata.
Grado alcolico: 12,0% vol. Vitigni: Sangiovese, Canaiolo, Cabernet Sauvignon, Trebbiano, Malvasia e piccole percentuali di altri vitigni a bacca rossa

www.fattoriaambra.it

www.firenzeturismo.it


stampa

coolmag