Coolmag - food

Trebbiano d'Abruzzo 2007
Vigneto Valentini
Etichetta Trebbiano d'Abruzzo 2007
home - food




Trebbiano d'Abruzzo 2007

di Eleonora Tarantino

Qual è il miglior vino italiano? L’abbiamo scoperto leggendo la classifica delle 50 etichette al “top” stilata da una giuria internazionale alla prima edizione dei Best Italian Awards, manifestazione organizzata lo scorso autunno dal “sommelier” Luca Gardini (campione mondiale 2010) e dal critico enogastronomico Andrea Grigraffini con lo scopo di valorizzare all’estero l’eccellenza della nostra viticultura. Il primo posto se lo è meritato il Trebbiano d’Abruzzo 2007 dell’Azienda Agricola Valentini, che dal 1650 tramanda di generazione in generazione la passione per i 65 ettari di vigneto sulle colline pescaresi. Degustare quest’annata è un’autentica delizia sensoriale. Un bianco, il Trebbiano d’Abruzzo, che si presenta opaco lasciando intuire che non è stato filtrato. Il colore è un bel giallo paglierino, consistente, dalle sfumature dorate. All’olfatto, sprigiona sentori di frutta matura con note floreali e un sottofondo di minerale sapidità. In bocca, equilibrato e fresco, mostra forza e carattere per una propensione all’invecchiamento.
 
Considerato un vitigno poco nobile, attraverso l’esperienza della famiglia Valentini si è affermato come uno dei rari esempi di vini bianchi longevi. Il titolare, Francesco Paolo Valentini, si definisce «artigiano-tradizionalista». La sua ricerca, infatti, si fonda sulle materie prime senza interventi chimici né lieviti innaturali, lasciando che madre natura faccia il suo corso senza manipolazioni o esasperati controlli della temperatura. Da tempo, ogni vendemmia è sempre più ad alto rischio per colpa del sostanziale cambiamento climatico. Francesco Paolo continua a battersi con tenacia per evidenziare come la Terra stia modificando la campagna con anomalie continue. Di conseguenza è sempre più difficile ottenere annate straordinarie. Quella del 2007, spiega, si è conclusa all’insegna di un clima mai così siccitoso negli ultimi 3 decenni, alta gradazione alcolica e alta acidità. A differenza di tanti viticoltori, Valentini non sopporta l’adulazione. Per lui è più importante evidenziare e studiare il cambiamento causato dall’effetto serra all’agricoltura, che vendere ogni anno migliaia di bottiglie. Il meraviglioso e “unico” Trebbiano d’Abruzzo 2007 (in enoteca € 60 circa, alcol 12,5%, bottiglia da 750 ml.) va servito a una temperatura sui 12° abbinato a pesce, formaggi anche semi-stagionati, carni bianche, verdure. Grazie alla generosità di Francesco Paolo ed Elena, ho avuto il privilegio di sorseggiare questo “nettare”. Provare per credere!

(dedicato a papà Adriano)
 
Azienda Agricola Valentini
via del Baio 2, Loreto Aprutino (PE)
tel. 0858291138


www.slowfoodabruzzo.it

Foto: Azienda Agricola Valentini
 

stampa

coolmag