Coolmag - food

Cavolo che design
Insalata magenta
Vegetabox
home - food




Cavolo che design

di Stefano Bianchi

Dall’A/R Studio a Gianni Veneziano. Tutti insieme ai fornelli (appassionatamente & golosamente) 70 designers si sono messi in gioco svelando altrettante ricette con le verdure per poi raccontarle dal punto di vista grafico. Oltre a farci scoprire 70 squisitezze, dal primo al dolce, cucinate all’insegna della creatività, Cavolo che design ci conferma che “cucinare è progettare con gli alimenti”, e che anche dietro alla più semplice delle preparazioni si nascondono la precisione della tecnica e l’”appeal” visivo dell’arte.

In questo libro da leccarsi i baffi, ogni designer chiude la propria ricetta col vino da abbinare e segnala un locale che rappresenta una valida alternativa qualora preferiate uscire da casa anziché mettervi ai fornelli. E a mo’ di epilogo, a cura del marchio tedesco Gaggenau che produce elettrodomestici professionali, ecco l’appendice tecnica di approfondimento che aiuta alla perfetta preparazione delle verdure. Scrive nell’introduzione Filippo La Mantia, grande "chef" che ha saputo declinare buon design e buona cucina utilizzando le materie prime e pedinando l’avvicendarsi delle stagioni: “Il cavolo potrebbe essere idealmente e nelle nostre fantasie infantili, la casa perfetta. La creazione naturale del rifugio, della protezione. È tondo e ispira comfort”.

Cavolo che design, 70 ricette con le verdure, Editrice Compositori, Collana Le ricette dei designer, 168 pagine, € 19

www.compositori.it

www.gaggenau.it


Insalata magenta
di Sara Ferrari

La barbabietola è una delle verdure che preferisco, non solo per il suo sapore, ma anche perché quando vi si ha a che fare capitano sempre cose divertenti. Ciò che è più bello è come questa verdura colori tutto ciò con cui viene a contatto di rosso magenta. E quindi, quando si prepara una ricetta con la barbabietola, si finisce sempre a giocare facendo i finti feriti sanguinanti o a chi si sporca di più le mani. E poi è bello perché c’è sempre qualcuno che racconta dell’amico o dell’amico dell’amico che, dimenticatosi di aver mangiato barbabietole la sera prima, era pronto ad andare all’ospedale dopo essersi accorto di aver fatto la pipì color magenta! Il motivo per cui ho scelto di condividere questa ricetta, non è quindi solamente perché si tratta di un’insalata buonissima e molto facile da preparare, ma anche perché sono sicura che la preparazione sarà una fetta divertente di una piacevole serata tra amici e cose buone da mangiare.

Ingredienti per 2 persone:

400 gr. di barbabietole rosse precotte
200 gr. di feta greca
200 gr. di misticanza, compresa qualche foglia di rucola
Aceto balsamico
Olio extravergine di oliva
Sale rosa dell’Himalaya


Tagliare a cubetti le barbabietole e il formaggio feta e unirli alla misticanza e alla rucola. Condire il tutto con aceto balsamico e olio extravergine di oliva. Cospargere di sale rosa dell’Himalaya macinato.

In abbinamento: Recioto della Valpolicella, vino rosso rubino molto intenso dal gusto pieno e caldo, avvolgente e vellutato.


Vegetabox
di Flavia Dalla Pellegrina e Marinella Michelini

Un packaging senza scarti né incarti, per una variante monoporzione delle quiche salate vegetariane. È comodo anche da trasportare, per un picnic o un pranzetto da portarsi in ufficio. Una forma sperimentale che vuole coniugare il graphic design (involucro) con il product design (contenuto), per far dialogare due diversi modi di essere designer.

Ingredienti:

Cavoletti di Bruxelles
Patate
Peperoni gialli e rossi
Zucchine (o verdure a piacimento)
Pasta sfoglia
Olio
Sale
Cipolla


Cominciamo dalle verdure.
Tagliare i peperoni in strisce e grigliarli, fare stufare i cavoletti di Bruxelles interi, tagliare a rondellone patate e zucchine e farle dorare al forno. Ora prepariamo la fustella per costruire la nostra scatola. Disegnare e ritagliare la fustella per il packaging/contenitore come nell’esempio. Poggiarla sulla pasta sfoglia e seguirne la sagoma con un coltello da cucina. Prendere una pirofila da forno e, se non è della dimensione della base della fustella, preparare un supporto per i lati del contenitore con della carta da forno piegata più volte. La si potrà così avvolgere lungo il perimetro.

Riempiamo la scatola.
Porre al centro la pasta sfoglia e lasciare pure sbordare i triangoli che serviranno per fare da coperchio. Riporre le verdure nel contenitore. Cavoletti verdi a sinistra, patate a dischi a seguire, peperoni gialli e rossi in strisce e zucchine a rondelle. Si potranno tenere divise, mischiarle, sovrapporle. Richiudere i lembi triangolari, segnarli con un coltellino in modo tale che quando saranno cotti si potranno staccare facilmente senza rovinare la scatola.

La cottura.
Infornate a 200° per 20 minuti finché la pasta sfoglia non sia ben dorata e croccante.
Lasciare raffreddare, porre la scatolina in un piatto e staccare i cracker triangolari che fanno da copertura per gustare la lunch box vegetariana.

In abbinamento: Gewurztraminer, un vino autoctono italiano, dal sapore aromatico e dal gusto pieno, morbido e persistente. Ottimo servito freddo tra gli 11° e i 13°.

(per gentile concessione Editrice Compositori)

Foto: Editrice Compositori










stampa

coolmag