Coolmag - food

Ravioli al vapore giapponesi
Gyoza insegna ristorante
Gyoza men¨ ristorante
home - food




Gyoza

di Dario Lazzaretto

Volete assaporare una prelibata specialità giapponese senza farvi spaventare da mezz'ora di viaggio e da un locale piccolo e non proprio curato, dal punto di vista estetico? Allora è il caso che consideriate una visita al Gyoza 10-59, nella prima periferia di Tokyo (Stazione Tachikawa, con treno locale da Shinjuku). Il nome del ristorante è un gioco di parole: 10 in inglese (ten) e 59 in giapponese (Go-Kiù) significano “tengoku”, ovvero paradiso dei “gyoza”: i ravioli giapponesi. Insegna sobria (quasi) invisibile, finto legno alle pareti e pochi posti a sedere (prenotazione obbligatoria nel weekend), in questo  locale tascabile viene proposta una versione "maggiorata" del tipico raviolo al vapore, che solitamente fa parte degli antipasti ma qui si trasforma nel piatto forte, nonché l'unico ad essere servito.

Fra le possibili varianti del ripieno ci sono ostriche, capesante, polipo, gamberetti, carne di maiale, funghi, ortaggi e legumi; oppure con solo aglio (delizioso ma solo per i più temerari). L’attesa, da mezz'ora a 1 ora, la potrete ingannare con una o più tra le eccellenti birre nipponiche a disposizione. Se volete assaggiare più varianti del piatto, spenderete all’incirca € 15 a testa, bevande escluse. Vi consiglio di scegliere i posti sul bancone, con vista cucina: potrete osservare il cuoco che prepara a mano e con maestrìa ogni pietanza, in virtù della sua trentennale esperienza.

Gyoza 10-59
Tachikawa 1.5.6, Tokyo
tel. 0081-42-5262283

 

stampa

coolmag