Coolmag - food

Connie Douglas
Connie Douglas due
Connie Douglas tre
home - food




Connie Douglas

di Stefano Boschetto

Nella zona sud di Milano, dove il viavai notturno dei Navigli svanisce fra grigi capannoni abbandonati e case di ringhiera, con un colpo di bacchetta magica ci si trova improvvisamente a dominare le colline d’una sfavillante Los Angeles del dopoguerra, fra ereditiere stravaganti e impeccabiligigolò”. È la sensazione che si respira oltrepassata la soglia del Connie Douglas: 800 mq. di villa in perfetto stile modernista pronti a strappare una “standing ovation” ai maniaci dell’Era Lounge. L'idea, azzeccatissima, è stata quella di ricreare in ogni dettaglio la tipica dimora californiana Anni ‘40 ispirata al movimento Arts and Architecture. Il look del Connie Douglas - colpo d’occhio garantito, incluse lampade e complementi d'arredo - è stato infatti confezionato dopo aver consultato i testi di architetturavintage".

Zona lounge, ristorante e dehor trasportano la clientela in un’atmosfera dove fra vecchie copertine di Lp e copie della rivista Life è un piacere sorseggiare un dry Martini, gustare hamburgers e t-bone steaks e… godersi un fascinoso spettacolo. È proprio il “live show” l’asso nella manica del Connie Douglas, fra i primi locali in Italia ad avere lanciato quel Burlesque che ha in Dita Von Teese la diva più conosciuta. Show nato alla fine dell'800, misto di vaudeville, raffinato striptease e cabaret, si è evoluto fra gli Anni '20 e '30 fino al boom dei Fifties. Qui, viene alternato a DJ Sets internazionali, live bands, momenti cabarettistici e mostre d'arte. L'happy hour (dalle 18 alle 21) apre le serate con un finger food eclettico e abbondante innaffiato da cocktails tratti da ricettari d'epoca. La cena, invece, propone un menù che spazia dal classico Diner a stelle e strisce con hamburger di qualità e cheese cake, a prelibatezze come tartare di filetto, tortini di verdura, risotto alle ortiche, gazpacho. E per far sentire gli ospiti ancor più a loro agio, viene data la possibilità di portarsi il vino preferito direttamente da casa. Nostalgici di boa e animal print della cultura modernista, innamorati della musica di Yma Sumac, Martin Denny, Les Baxter ed Esquivel, cosa aspettate? Trascorrete una magica serata in questo club. Senza dimenticare, ovviamente, un’ironica spruzzata di raffinato eros.

Connie Douglas
via Bordighera 15, Milano
tel. 0245485932


www.conniedouglas.com

Foto: Connie Douglas


stampa

coolmag