Coolmag - food

Coolcook
Royal Line by Illa uno
Royal Line by Illa due
home - food




Ricette Cool e accessori per la cucina

di Redazione

Gratin Dauphinois

Capolavoro di semplicità definito dall’illustre gastronomo Curnonsky incomparabile delizia d’alta gastronomia”, è un piatto tipico della Francia Sud Orientale.

Ingredienti per 8 persone:

- 1,5 kg. di patate a pasta gialla
- 1 litro di latte
- 200 gr. di panna fresca
- 150 gr. di formaggio grujère grattugiato
- 60 gr. di burro
- 1 spicchio d’aglio
- Noce moscata
- Sale
- Pepe


Sbucciate, lavate e asciugate le patate, tagliatele nel senso della larghezza a rondelle dello spessore di 3/4 di millimetro. Non lavatele di nuovo, per non togliere l’amido in superficie utile a legare la preparazione. Versate il latte in una casseruola, appena va in ebollizione abbassate il fuoco, aggiungete la panna e 70 gr. di grujère. Mescolate, regolate di sale e pepe, insaporite con una grattata di noce moscata. Aggiungete le fette di patate e mescolando con un cucchiaio di legno lasciate cuocere a fuoco basso per 20 min. circa, mescolando spesso per evitare che le patate si attacchino al fondo. Accendete il forno a 180°. Prendete una pirofila, sbucciate l’aglio, schiacciatelo leggermente e passatelo all’interno del recipiente. Trasferite le fette di patate disponendole a strati senza ammassarle (usate preferibilmente un grosso cucchiaio per non romperle). Pareggiate la superficie della preparazione, spolverizzatela con il restante grujère e distribuite qua e là dei fiocchetti di burro. Quindi, infornate a metà altezza. Cuocete il gratin per 1 ora e 1/4, abbassando la temperatura a 160° dopo 1 ora. Se notate che la superficie si colora troppo, coprite con un foglio d’alluminio per ottenere un gratin leggermente dorato, ma morbido.

Vino consigliato: bianco, Pigato Ligure o Vermentino della Sardegna, secco e fruttato, da servire fresco.


Filetto in crosta

Inglesi, francesi e belgi, si contendono la paternità di questo sontuoso piatto ispirato alla battaglia di Waterloo e creato in onore del Duca di Wellington.

Ingredienti per 4 persone:

- 800 gr. di filetto di manzo
- 300 gr. tra porcini e finferli
- 2 scalogni
- 70 gr. di pancetta tesa
- 1 cucchiaino di origano e prezzemolo tritati
- 6/7 foglie di alloro
- 1 dl. di vino rosso leggero
- 100 gr. di  patè di fegato
- 1 rotolo di pasta sfoglia fresca
- 1 uovo
- Latte
- Farina
- 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
- 30 gr. di burro
- Sale
- Pepe


Tritate grossolanamente la pancetta e 1 scalogno e passateli nel trito di origano e prezzemolo. Usando un coltellino a punta, praticate alcune piccole incisioni sul filetto e introducete il trito di pancetta e scalogno. Disponete le foglie d’alloro sulla carne, una accanto all’altra, e legate con uno spago da cucina. Affettate finemente lo scalogno e soffriggetelo in una casseruola con 20 gr. di burro e 2 cucchiai di olio. Rosolate la carne, bagnando col vino che lascerete evaporare parzialmente a fuoco alto. Salate e pepate. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco basso da 5 a 10 minuti a seconda se vi piace più o meno al sangue. Nel frattempo, pulite i funghi e affettateli. Fateli saltare in padella con olio e burro rimasti, per 8/10 minuti. Salateli e teneteli da parte. Quando il filetto si sarà raffreddato, spalmatelo prima con il patè e poi ricopritelo coi funghi distribuendoli su tutta la superficie. Prendete la sfoglia, srotolatela sulla spianatoia leggermente infarinata e stendetela un po’ più sottile con il mattarello. Tenetene da parte circa 1/4 e appoggiate l’arrosto al centro della sfoglia rimasta, ripiegate sulla sfoglia i lembi della pasta in modo da avvolgerla e sigillate bene i bordi. Tagliate a strisce la sfoglia rimasta, applicatela sul pacchetto praticando al centro 2 fori e introducete 2 cartoni arrotolati per far uscire il vapore durante la cottura. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto con poco latte, trasferite il tutto su una placca e infornate a 200° per 25 min. circa.

Vino consigliato: rosso ben strutturato e corposo, come un nobile di Montepulciano oppure un Aglianico del Vulture asciutto, sapido, caldo e armonico. Con i funghi come ingrediente principale, potete anche abbinare il Berlucchi Rosé con le bollicine.


Royal Line by Illa

Le pentole con rivestimento esterno in smalto porcellanato, garantiscono ottime prestazioni grazie al Teflon® Select che ha caratteristiche di maggiore durata (triplo strato di superficie antiaderente, rinforzato con uno spessore medio di 35 micron). Smalti porcellanati bordeaux, total white o total black, impreziosiscono i prodotti della gamma Royal e Royal Shine: padella bombata (a partire da € 18), tegame (da € 23.50), casseruola a 1 manico (€ 21.50) o 2 maniglie (da € 23), pentola (€ 42), tortiera (€ 25.50), rostiera (€ 37.50), bollilatte (€ 23) e coperchio in vetro (a partire da € 10).

Illa
Tel. 0521354411


www.illa.it

Foto: Illa


stampa

coolmag