Coolmag - food

Alex Atala
D.O.M. pietanza
D.O.M. interno
home - food




Gastropicalismo!

di Paolo Scarpellini

Per lui, dopo averlo giudicato chef più creativo e innovativo del Sudamerica, i media brasiliani hanno sprecato ogni iperbole. Parlando senza remore di Nuovo Tropicalismo Gastronomico, come pure di  Gastropicalismo “tout court”. E questo, ancora prima del piazzamento del suo D.O.M. di San Paolo al 24° posto fra i migliori ristoranti al mondo nell’influente classifica The S. Pellegrino World’s 50 Best Restaurants 2009. In realtà, ciò che più conquista del brioso quarantenne Alex Atala, è la precisa e caparbia volontà di far entrare nell’alta cucina internazionale la bio diversità del Brasile. Con risultati sorprendenti per gusto e originalità, come confermano i suoi piatti più arditi e artistici: cappesante al mango marinate nel latte di cocco, ceviche di jambo (frutto dall’aroma di rosa) e pirarucu (pesce del Rio delle Amazzoni) ai fiori, gobba di zebù con purè di patate e pequi (altro frutto locale), fettuccine di cuore di palma alla carbonara, gelato di jaboticaba (dal gusto simile al mirto) farcito di wasabi.

Non per nulla, l’ex DJ punk e tatuatissimo Atala, già al servizio di diversi e noti cuochi europei, chiama la sua cucina “fabbrica di conservazione”, più che laboratorio di ricerca gastronomica, «perché cerco di salvaguardare il più possibile i prodotti e i sapori dell’Amazzonia, a rischio disboscamento e inquinamento: utilizzando fiori, erbe, frutta e pesci nel migliore, a volte più insolito dei modi. Sperando che il mio paese, e tutto il mondo, se ne accorga». Mentre promuove il suo contagioso Gastropicalismo verde ai più importanti congressi internazionali (compreso il milanese Identità Golose), Alex fa altrettanto in madrepatria con libri di cucina e programmi televisivi. In più, ha inaugurato una filiale più familiare e accessibile dell’elegante D.O.M. (dal quale ha appena bandìto, in quanto “prodotti non locali”, tartufo e foie gras), a 1 isolato di distanza: l’informale Dalva e Dito.

D.O.M.
Rua Barão de Capanema 549, San Paolo
tel.0055-11-30880761

www.domrestaurante.com.br  

Foto: D.O.M. Restaurante

stampa

coolmag