Coolmag - food

Donato Episcopo
Roof Garden Altavilla Restaurant
Piatto Roof Garden Altavilla Restaurant
home - food




Roof Garden Altavilla Restaurant

di Redazione

Capitale del Salento, ricca di storia e di architettura barocca, Lecce è altrimenti conosciuta come la Firenze del Sud. C’è solo l’imbarazzo della scelta, fra le sue attrazioni: arte, spettacoli, feste popolari soprattutto legate alla gastronomia del territorio. Inoltre, la magica penisola salentina è circondata da 2 mari con splendide spiagge, panorami mozzafiato, indimenticabili tramonti. Sulla terrazza dell’Hotel Risorgimento Resort a 5 stelle, che domina il centro storico leccese, si trova il Roof Garden Altavilla Restaurant (prezzo medio, € 45) dove potete gustare prelibate pietanze preparate dallo chef Donato Episcopo.

Punto di partenza della sua cucina, i prodotti del territoriosapori e profumi di ricette che uniscono tradizione e innovazione per deliziare anche i palati più esigenti. Fra i piatti, consigliamo d’iniziare con una delicatissima millefoglie di astice e melone con gelatina di moscato, per poi assaporare gli squisiti gnocchetti di semola e rapa rossa mantecati con scampi, crema d'arancio e olio di menta. A seguire, tagliata di tonno alle mandorle con crema di cicorietta e cipolla stufata al Negramaro. Ovviamente, il tutto accompagnato da un’ottima e varia scelta di vini nazionali e regionali fra cui delicati rosati e più corposi rossi come Negramaro, Primitivo e Salice Salentino. Anche i dolci meritano grande attenzione, come gli squisiti sorbetti di frutta. Al Roof Garden Altavilla Restaurant, viene servita solo la cena. D’altronde, il desinare al tramonto crea un’atmosfera indimenticabile in questo salotto a cielo aperto sull’antica città.

Roof Garden Altavilla Restaurant
via Augusto Imperatore 19, Lecce
tel. 0832246311


www.risorgimentoresort.it


Carré di maiale in marinata rossa

Disossate un carré di maialino, lasciandogli attaccata la cotenna e parandolo appena nella parte dove c’è troppa pancetta. Preparate una marinata con un mazzetto d’erba cedrina, 2 carote, 2 cipolle, 2 fiori di anice stellato, 3 cucchiai di miele, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, 20 cl. d’olio extra vergine, 1 peperone rosso, 30 cl. di vino Negramaro, 15 bacche di ginepro, 2 foglie di alloro, 1 barbabietola. Provvedete a ridurre il tutto a una salsa con il mixer, rivestite completamente il carré di maiale e lasciate riposare in frigo per almeno 6 ore. La carne diventerà rossa e profumata. Togliete il carré dalla marinatura, massaggiatelo con l’olio extra vergine, salatelo e fatelo cuocere a 180°C per circa 13/15 minuti. Fatelo riposare per circa 5 minuti, tagliate a fette e servite con:


Salsa al vino cotto

Fate appassire lentamente 1 buccia di limone con 50 gr. di zucchero, aggiungete 1 mela annurca tagliata a pezzettini e lasciate cuocere dolcemente. Bagnate con 250 cl. di vino Aglianico e lasciate evaporare l’alcool. Aggiungete 2 cucchiai di vino cotto e 5 bacche di ginepro. Cuocete per 3/4 minuti, togliete le bacche di ginepro e passate il tutto al mixer.


Composta di mela annurca

300 gr. di mela annurca tagliata a cubetti abbastanza piccoli
60 gr. di succo di limone
100 gr. circa di acqua
40 gr. circa di zucchero

Sbucciate le mele e man mano che si tagliano, aggiungetele all’acqua e al succo di limone. Versate il tutto in un pentolino (possibilmente di rame) e fate cuocere dolcemente per circa 10 minuti. Aggiungete lo zucchero e lasciate cuocere ancora per circa 15 minuti. Togliete dal pentolino e mettete in un contenitore d’acciaio. Questa composta va servita a una temperatura di  circa 12°C.


Cipolle bianche stufate       

Tagliate a “julienne” dei cipollati freschi e stufateli con 1 filo d’olio, qualche bacca di ginepro e 1 foglia d’alloro. Aggiungete 1 pizzico di sale, 1 pizzico di zucchero e continuate a cuocere a fiamma abbastanza spinta. Al centro del piatto, ponete a specchio la salsa di Aglianico, adagiate le cipolle stufate e le fette di maialino. Fate 2 “quenelles” di composta di mela annurca e adagiatele a lato del piatto. Servite subito.

Vino consigliato: Aruca 2006 Negramaro – Santi Dimitri

Foto: Roof Garden Altavilla Restaurant

stampa

coolmag