Coolmag - food

Grom sorbetto
Grom bancone
Grom miscele
home - food




Grom. Il gelato come una volta

di Matteo Castelnuovo

Prodotti genuini, creatività, passione. Sono gli ingredienti di Grom, la gelateria torinese che in pochi anni - col suo dolce, cremoso gelato fruttato - ha spopolato nel mondo inaugurando punti vendita oltralpe e oltreoceano. Tutto comincia da un’idea di Guido Martinetti e Federico Grom: inventarsi una gelateria d'eccellenza. Partendo da un principio che accomuna i migliori ristoranti del mondo, i 2 soci acquistano le materie prime necessarie a produrre artigianalmente il gelato andando direttamente alle fonti di coltivazione: dalle Langhe alla Sicilia, fino al Centro America, per trovare il meglio che l’agricoltura è in grado di offrire. Ossia frutta fresca e di stagione, proveniente dai migliori consorzi d’Italia; zero coloranti e additivi chimici; acqua di montagna di Lurisia come base per i sorbetti; latte fresco intero d’alta qualità per le creme; uova biologiche; una selezione dei migliori cacao e caffè centroamericani. Inaugurata nel 2003 nel cuore di Torino, la prima gelateria Grom riscuote un immediato successo. Code interminabili e i sorrisi entusiasti dei clienti, dimostrano la bontà di quei gusti che di lì a poco renderanno Grom famoso nel resto d’Italia e nel mondo: limone Sfusato di Amalfi, nocciola Tonda Gentile delle Langhe, pesca di Leonforte, pistacchio di Bronte, fragolina di Ribera.

Oggi, il goloso marchio vanta un’invidiabile ramificazione che va dalla gelateria di New York aperta nel 2007 al 233 di Bleecker Street, alla nuovissima “location” di Tokyo (Shinjuku MaruiHonkan); dal punto vendita di Parigi (rue de Seine 81), alle filiali italiane fra cui Perugia (via Mazzini 31), Treviso (piazza del Quartiere Latino 16), Milano (via A. da Giussano 1 e via S. Margherita 16) e Firenze (via del Campanile, angolo via delle Oche) dove Sarah Jessica Parker, protagonista di Sex and The City, ha esclamato entusiasta dopo una degustazione: «O mio dio! Ma cos'è quel sapore? Viene dai boschi?». Nonostante il successo planetario, la filosofia di Grom non è cambiata d’una virgola: le miscele liquide vengono controllate da un "team" di esperti, distribuite 3 volte alla settimana nei punti vendita e mantecate, raggiungendo l’eccellenza qualitativa. Ma non è tutto. Per aumentare ancora di più la bontà dei loro prodotti, Martinetti & Grom hanno acquistato un terreno a Costigliole d’Asti e ci hanno costruito un’azienda agricola dove sono state piantate vecchiecultivar” di pesche, albicocche, pere, fichi, fragole e meloni che garantiscono un gelato sempre più speciale. Lo scopo: far sorridere ogni bambino, mentre lo mangia.

www.grom.it

Foto: Grom

stampa

coolmag