Coolmag - food

Joan Roca
Dry Gambini
Sopa de ceresa
home - food




El Celler de Can Roca

di Paolo Scarpellini

S’è fatto il lifting, uno dei ristoranti più creativi, sfiziosi e goderecci di Spagna. Ed è pronto a stupire ancora di più l’affezionata clientela con piatti creativi e originali. Parliamo del Celler de Can Roca, il 2 stelle Michelin dei 3 fratelli Roca (Joan ai fornelli, Josep in sala, Jordi in pasticceria) che sta a metà strada fra la cucina iberica/internazionale più classica e quella decisamente sperimentale alla Ferran Adrià. La città è Girona, sull’autostrada che dalla Francia porta a Barcellona. Dotata, fra l’altro, di un aeroporto facilmente raggiungibile dall’Italia tramite compagnie aeree “low cost”, tipo Ryan Air. Tanto da poter programmare un mordi-e-fuggi in giornata, con viaggio dal rapporto qualità/prezzo favorevole (sempre che € 120-150 fra pranzo e trasvolata vi sembrino convenienti per un 2 stelle). Poco fuori dal centro e poco distante dalla vecchia sede, confinante con la trattoria dei genitori, i 3 Roca hanno inaugurato un nuovo Celler più ampio e luminoso, con sala all’insegna del “minimal-chic” affacciata su un fascinoso giardino interno/d’inverno. E qui, confortati da cucine finalmente più spaziose, possono finalmente dare sfogo alle loro più sfrenate fantasie.

Chef Joan per primo, ovviamente. Il quale, dopo aver inventato un particolare termostato per le cotture a bagnomaria, ha preparato uno speciale alambicco con cui è in grado di distillare praticamente di tutto. Una delle sue ultime creazioni, ad esempio, si chiama La Planta: un piatto dove ricompone figurativamente un intero albero dopo averne distillato tutti gli elementi: gelatina di terra (sì, con gusto di terra!), bastoncini di radici (con gusto di radici!), croccante di corteccia (con gusto di corteccia!), mousse di foglie (con gusto di foglie!), spuma di fiori (con gusto di fiori!) e composta di frutto (con gusto di frutto!). Ma se volete stupirvi ancora di più, non mancate d’assaggiare il Dry Gambini (spuma di Martini con gamberetto sospeso), il paté di piccione servito in una fondina da bambole, o la strepitosa Sopa de Ceresa (zuppa di ciliegia con gamberi e gelato di zenzero). Senza contare un insolito dessert come il Viaggio a L’Avana: Mojito solido e destrutturato, accompagnato da un sigaro di cioccolato farcito di crema, al gusto di fumo di un vero Partagàs… Diciamocelo: solo questi piatti valgono il viaggio.

El Celler de Can Roca
Can Sunyer 46, Girona
tel. 0034-972-222157


www.cellercanroca.com

Foto: Joan Roca
Dry Gambini
Sopa de Ceresa
© El Celler de Can Roca

stampa

coolmag