Coolmag - food

Maria Sole Capodanno
Osteria di Porta Cicca
Osteria di Porta Cicca specialità
home - food




L'Osteria di Porta Cicca

di Loredana Grandi

Da più di 30 anni, a Milano, l’Osteria di Porta Cicca osserva il lento scorrere delle acque del Naviglio. D’altronde, il nome pare derivi dal dialetto antico: da “cica”, ubriachezza. Il quartiere, infatti, era rinomato per le osterie tipiche, i cosiddetti “trani”, le mescite, dove si beveva un buon bicchier di vino in santa pace. Oggi, l’Osteria di Porta Cicca è un ristorante da 40 coperti, molto accogliente, tutto nuovo, arredato con lampade a torre, 2 vecchi lavandini alle pareti, tappeti e incredibili segna tavolo: il fantino, il cavallo, il Babbo Natale, provenienti da un’azienda olandese, che oscillano in una sorta di moto perpetuo. «Accogliamo i clienti coi classici sapori dell’autunno e, la domenica dalle 11 alle 18, col Brunch al carrello dei bolliti a base di uova, caviale, tartufo», ci rivela Antonio Caggiano, responsabile del ristorante.

L’asso nella manica dell’Osteria è il mangiare d.o.c., che si rispecchia nella filosofia di colei che ha il polso dei fornelli, lo chef capo Maria Sole Capodanno, nonché dei valenti collaboratori Marcello Corrado e Salvatore Solaro. Sono loro ad aver portato a Milano i preziosi insegnamenti ricevuti all’Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana diretta da Gualtiero Marchesi nel Palazzo Ducale di Colorno, vicino a Parma. Detto fatto. Sul tavolo appaiono pane e grissini fatti a mano, così come i dolci (irresistibile il Tre cioccolati per un dolce: fondente, mousse bianca, gelato al latte), la pasta artigianale prodotta in Abruzzo, il gazpacho di scampi e guacamole, il riso cozze e zafferano, il croccante di tonno. Maria Sole ci svela un’altra specialità della casa: «Le texture di coniglio, in 4 parti: coscia arrosto, sella farcita, spalla fondente e un’originale polpetta. Il tutto accompagnato da chips di patate viola, filetto di peperoni, zucchine con la menta». E impreziosito, aggiungiamo noi, da un ottimo champagne alla carta fra le 20 etichette a disposizione. Poiché “sfatare il mito della bottiglia intoccabile” è un altro desiderio dei ristoratori.

Osteria di Porta Cicca
Ripa di Porta Ticinese 51, Milano
tel. 028372763

www.osteriadiportacicca.it

Foto: Osteria di Porta Cicca



stampa

coolmag