Coolmag - fashion&design

Carlton
Super
Antibes
home - fashion & design




Memphis: forme e colori Anni ’80

di Stefano Bianchi

Colori che esplodono. Forme che si fondono con laminati plastici, vetro, metallo, marmo e legno per poi rinascere come mobili-sculture Memphis. Nel 1981, a Milano, l’architetto e designer Ettore Sottsass si mette a rivoluzionare il mobile contemporaneo. Organizza un “laboratorio di idee” con un pool di designers, fra cui Hans Hollein, Arata Isozaky, Andrea Branzi, Michele De Lucchi e Nathalie Du Pasquier. Nell’arco di un decennio, l’anticonformista griffe Memphis sconvolge le regole del funzionalismo e del “buon gusto” immettendo sul mercato componenti d’arredo e oggetti che appaiono come l’esasperazione fumettosa dell’arte Pop e dello scenografico Futurismo di Depero. Gli Anni ’80 del design vengono “shakerati” da librerie che sembrano monumenti dell’inconscio, tavoli triangolari stile Flintstones, vasi totemici, poltrone e lampade che potrebbero essere personaggi dei cartoons. I nomi delle creazioni Memphis, oltretutto, suggeriscono utopie tropicali: Brazil, Santa Fe, Oceanic, Beverly, Casablanca

Più artistici che commerciali, i capolavori Memphis (“oggetti di spessore simbolico, emotivo e rituale”, leggiamo fra le pillole filosofiche del movimento, “poiché il principio alla base di mobili assurdi e monumentali è l’emozione, prima della funzione”) sono il “must” dei più importanti musei del design e delle case dei più noti collezionisti. Fra questi, lo stilista Karl Lagerfeld che nel ’91 a Monaco mette all’asta i suoi oggetti da Sotheby’s scatenando un’autentica bagarre. A 25 anni dalla nascita, Memphis continua a produrre le sue icone storiche, visibili e acquistabili (il prezzo è su richiesta) alla Galleria Post Design di Milano: come l’inconfondibile libreria Carlton di Ettore Sottsass, metà totem e metà videogioco, “risposta ludica alla necessità di avere forme solide e godibili: un modo per raccordare, non senza ironia, sacro e profano, storia e attualità, l’archetipo e le sue manifestazioni”; la lampada da terra o da tavolo Super con le ruote, progettata da Martine Bedin; la vetrinetta multicolor D’Antibes di George J. Sowden, in legno laccato e serigrafato.

Showroom: Galleria Post Design, via della Moscova 27, Milano
tel. 026554731


Memphis s.r.l., via Olivetti 9, Pregnana Milanese (MI)
tel. 0293290663

www.memphis-milano.com


Foto Post Design: Lampada Super
Libreria Carlton
Vetrinetta D’Antibes

stampa

coolmag