Coolmag - fashion&design

Cascina Cuccagna
Un Posto a Milano
Ostello
home - fashion & design




Un Posto a Milano

di Margherita Colnaghi

All’interno delle corti della seicentesca Cascina Cuccagna c’è la foresteria di Un Posto a Milano, piccola struttura dal design rustico/minimale che ospita viaggiatori, studenti, turisti e tutti coloro che visiteranno Expo 2015. Completamente automatizzata (un totem digitale consente di effettuare il “check-in” a qualsiasi ora del giorno), a poca distanza da Porta Romana, la “location” offre 16 posti letto (da € 25 a € 45) in piccoli e grandi alloggi che si affacciano sul giardino e la corte interna, nonché un salottino con una libreria ricca di guide turistiche, riviste internazionali e Wi-Fi gratuito.

In cascina c'è anche un ristorante dove lo chef Nicola Cavallaro trasforma in prelibati piatti unici freschissime materie prime, selezionate da un centinaio di piccoli produttori. Pane, pasta e dolci sono fatti in casa. Molte pietanze sono vegetariane e senza glutine. Sia la foresteria, sia la cucina, hanno l’ambizione di essere avamposti agricoli che danno voce ai sapori della campagna e a un territorio tutto da scoprire. Ma non é tutto: ogni martedì e venerdì, dalle 15.30 alle 20, il giardino e le corti si trasformano nel Mercato Agricolo della Cuccagna per fare la spesa direttamente dai contadini. Altra iniziativa, ospitare giovani artisti per raccontare e condividere creatività e suggestioni. A questo proposito, fino al 30 giugno c’è la personale Ritratti della Prateria, del milanese Pietro Sganzerla, ispirata al mondo dei nativi americani.

Un Posto a Milano
via Cuccagna 2, Milano
tel. 025457785


www.unpostoamilano.it

Foto: Un Posto a Milano

stampa

coolmag