Coolmag - fashion&design

à demain 1
à demain 2
à demain 3
home - fashion & design




à demain...

di Stefano Bianchi

Nel quartiere parigino dell’Haut Marais, dove l’arte ha modo di esprimersi in ogni declinazione possibile, c’è un negozio che vi fa scoprire il design e il vintage dagli Anni ’50 agli ’80: epoche, cioè, di grandi rivoluzioni sociali, culturali e politiche. Si chiama à demain…, è a metà strada fra il "bazar" e il "concept store" e propone sedie, tavoli, scrivanie, poltrone, divani, lampade, lampadari e oggetti d’arredo firmati Arne Jacobsen, Pierre Paulin, Charles Eames, Warren Platner, Philippe Starck, Pierre Guariche, Harry Bertoia, Patrick Jouin, Vico Magistretti, Emmanuelle Khanh, Etienne Henri Martin e Massimo Iosa Ghini. Ma il prestigioso elenco di designers potrebbe ampliarsi: non è escluso, infatti, che in questo negozio elettrizzante come un viaggio nel tempo possiate trovare le mitiche sedie Tulip di Eero Saarinen (1958); il divano Onda di Jonathan De Pas, Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi (‘85); la lampada da terra Opala di Hans J. Wegner; il lampadario Space Age Anni ’70 di Morten Gøttler

à demain, poi, è specializzato in oggetti e accessori: oltre a un’ampia selezione di riviste come Paris Match, Charlie - Hebdo, Lui e Jours de France, si va dal portapenne e utensili da ufficio Neolt, al portariviste con posacenere incorporato; da borse e borsette griffate Louis Vuitton, Hermès, Chanel, Pierre Cardin e Roberta Di Camerino, agli orologi da polso Zenith, Omega, Tissot e Jaeger - Le Coultre; dagli occhiali da sole Jean Patou, Vuarnet, Lem e Persol, alle cinture Yves Saint Laurent e Gucci. E i capi d’abbigliamento femminili? Da “défilé d’antan”, ovviamente. Prendete nota, “s'il vous plaît”: completo rosa Courrèges Paris Couture Future (’60); abito da sera Yves Saint Laurent Rive Gauche in tessuto turchese a fiori (’87); tailleur nero Thierry Mugler (’80); gilet Versace Jean Couture (’80).

à demain…
rue de Turenne 97, Parigi
tel. 0033-6-12465605

www.design-only.com

www.franceguide.com

Foto: © Eleonora Tarantino 2014

stampa

coolmag