Coolmag - fashion&design

Cowboy Advertising
Back view of jeans
Levi's 501
home - fashion & design




Levi's 501. Da 140 anni

di Matteo Castelnuovo

«Niente appare più trasandato, in un operaio, delle tasche strappate e penzolanti». È la motivazione che il 20 maggio 1873 spinge Levi Strauss e Jacob Davis a brevettare il blue jeans Levi’s 501 che oggi festeggia 140 anni. Chiamato originariamente "waist overall" (denominazione delle tute da lavoro da uomo) ha una tasca posteriore sulla destra (che verrà raddoppiata nel 1901) con sovraimpuntura arcuata (vero e proprio marchio di fabbrica), taschino da orologio, sottopancia, bottoni per bretelle, rivetto sul cavallo e soprattutto le tasche rinforzate con una cucitura in filo di rame per renderlo indistruttibile. Fin da subito diventa un “must” della moda maschile “casual” e da lavoro, attraversando tutto il ‘900: da San Francisco (dove viene prodotto) a New York. Negli Anni ’20, via il sottopancia e spazio alle asole per farsi sostenere dalla cintura. Nel decennio successivo, ecco la colorazione rossa. Fra gli Anni ’50 e ’60, il “boom” hollywoodiano: i Levi’s 501 si trasformano nel simbolo di quella gioventù bruciata e ribelle scandita cinematograficamente da James Dean, Marlon Brando e Marilyn Monroe.
 
Legati alla semplicità delle loro forme e a un'impeccabile adattabilità, si riconoscono anche grazie all’etichetta posteriore che raffigura 2 cavalli. Dal vecchio West alla loro presenza nelle collezioni permanenti della Smithsonian Institution di Washington; dagli operai ai grandi dirigenti d’impresa come Steve Jobs, fino al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama che li indossa nel 2009 all’All Star Game di baseball, gli inconfondibili blue jeans sono diventati il capo d’abbigliamento più riconosciuto e imitato al mondo: affascinando e fidelizzando intere generazioni. Tant’è che  per il loro compleanno, Levi Strauss & Co. ha pensato bene di coinvolgere tutti gli “aficionados” con la campagna What’s your interpretation? #501 attiva su twitter, Instagram e sul sito www.levis501.com. Inviando o taggando una vostra foto con indosso i blue jeans per eccellenza, potrete entrare nella storia del “brand” ed essere inseriti nel Book of 501, in edizione limitata, che vuole essere un lascito per il futuro. Cos’aspettate? Fate vedere al mondo gli stessi jeans di sempre, come non li ha mai visti.

www.levi.com

www.levistrauss.com  

Foto: Levi Strauss & Co.

stampa

coolmag