Coolmag - fashion&design

Charlotte Casiraghi Advertising
Gucci mocassini Collezione 1953
Etichetta mocassino Gucci
home - fashion & design




Gucci. Buon compleanno, mocassino!

di Gisella Zinelli Rignano

Avere 60 anni e non dimostrarli. È il segreto della “scarpa-forever” che passando attraverso anni e mode ha saputo mantenere il proprio stile e i suoi molteplici significati (elegante-sportivo-chic-giovanile, eccetera). Casa Gucci festeggia il 60° compleanno dell‘iconico mocassino col morsetto inventato da Aldo Gucci (figlio di Guccio, fondatore dell’azienda), che nel 1953 decise di applicare alla tradizionale scarpa il morsetto ispirato allo sport equestre, lanciando così la “griffe” nel mondo della calzatura. Tutte le vetrine dei negozi Gucci, sono un tripudio di mocassini d’ogni colore (anche quelli più audaci) che appartengono alla Collezione 1953.

Ma più che la vetrina, potè il ricordo. Chi, infatti, non li ha avuti o sognati o visti ai piedi di personaggi famosi? Nella sua semplicità, per noi donne, il mocassino s’è rivelato anche un po’ "cattivo": quasi del tutto privo di tacco, di certo non slancia e pretende sempre un abbigliamento stiloso. Ma chi è convinta di poter calzare un mocassino, dopotutto lo stile già lo possiede. Modificato negli anni, reso ancor più morbido e flessuoso, esaltato da materiali pregiati, torna protagonista della Primavera/Estate: così, semplice e colorato, essenziale e sofisticato. Avete visto l'ultima foto di Charlotte Casiraghi, “testimonial” del marchio nonché principessa “glamour”, amazzone, monegasca, giovane e famosa? Se ne sta lì, comoda sul divano, con le gambe incrociate e un abbigliamento “basic”. Lei e la sua classe innata, semplicemente infilate in un paio di mocassini Gucci.  

Gucci Collezione 1953

Mocassino in pelle verniciata, dettaglio morsetto e suola in cuoio, € 410

www.gucci.com

Foto: Gucci

stampa

coolmag