Coolmag - fashion&design

Zippo 500 Million
Zippo Car
Zippo Suggests
home - fashion & design




500 milioni di Zippo

di Matteo Castelnuovo

«Se non funziona, noi lo ripariamo gratis». Così, nel 1932, George Blaisdell assicurava a vita la sua creazione. 80 anni dopo, suo nipote George Duke ha presentato al pubblico il 500 milionesimo Zippo. Nulla è cambiato nel mitico accendino: rettangolare, metallico, antivento, ricaricabile, ma soprattutto unico. Un’icona “cult”, sotto ogni punto di vista. Dalla vita quotidiana al cinema, dal rock ai “social networks”, nulla ha saputo resistere a uno dei marchi a stelle e strisce più conosciuti al mondo. Tutto ha inizio nei primi Anni ’30, al Bradford Country Club in Pennsylvania. Mr. Blaisdell osserva un amico che sta goffamente facendo scattare con 2 mani un accendino austriaco. Che funziona bene, non c’è dubbio, anche al vento. Ma è dozzinale, poco pratico. Gli viene l’idea di un oggetto piccolo e resistente, da adoperarsi con una mano sola, munito di una ghiera forata attorno allo stoppino e di un cappuccio a scatto. Lo mette in vendita a $ 1.95. Grazie a una frenetica attività di "marketing" partita negli anni della Seconda Guerra Mondiale, quando l’azienda di Bradford decide di dedicare la produzione solo al mercato militare, i soldati americani sbarcati in Europa portano il loro Zippo nel taschino col risultato di aumentarne a dismisura la fama.

Nel ‘47 è la volta della Zippo Car, automobile pensata apposta per ricalcare le forme dell’accendino. Poi arrivano i “gadgets”: orologi, profumi, accendi candele, accessori “lifestyle”, spille, vestiti e altro ancora. Ma il “fuoco d’acciaio” non si ferma. Complice l’indiscussa affidabilità, spopola nel cinema in oltre 1.500 pellicole fra cui quelle di Quentin Tarantino, grande seguace del “brand” che in Giappone è famoso quanto Coca-Cola, Nike e McDonald’s. Viene utilizzato in un’infinità di servizi fotografici (come quello dedicato ai Rolling Stones) e nei concerti rock, dove dà vita al cosiddetto “Zippo Moment” per sottolineare l’intensità dei pezzi suonati dalle bands. Pietra miliare della “world culture”, star dello Zippo/Case Museum (1932 Zippo Drive, Bradford, tel. 001-814-3681932) oggi Zippo vanta 4.000.000 di estimatori nel solo territorio degli Stati Uniti, 11 club di collezionisti sparsi nel mondo, 34.000 video collegati su YouTube, 225.000 fans su Facebook. Definito nel 2006 miglior regalo al party hollywoodiano dell’Oscar, Zippo continua a incrementare il proprio successo. Tutti lo vogliono. Incluso, ovviamente, il modello satinato cromato con un’incisione a 2 colori, 1 marchio particolare sul fondo, la data sul fronte con il numero seriale “1” e la data del compleanno di George Blaisdell: June 5, 2012. Una chicca anti tecnologica. Da ammirare 500.000.000 di volte nella vita.

www.zippo.com

www.zippoencore.com  

Foto: Zippo Manufacturing Company

stampa

coolmag