Coolmag - fashion&design

Claudia Lotta sweet designer
Cupcakes by Claudia Lotta
Cake Design by Rizzoli
home - fashion & design




Cake Design

di Gianna Carrano - The Glancer

Mescolate farina, cacao, zucchero e lievito in una ciotola. Aggiungete uova, burro fuso, latte e gocce di cioccolato… Facile? Può darsi, ma da questa semplice base un “cake designer” può costruire castelli dolcissimi, sculture fantasiose e la più scenografica torta per qualsiasi cerimonia o ricorrenza abbiate mai sognato. Nel film La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek, la protagonista sogna di cambiar vita preparando torte. Ed è stato l’inizio di un fenomeno in continua ascesa. Tantissime donne, infatti, si stanno dedicando a questa professione fatta di progettualità, miniature di zucchero e glasse colorate. Il Cake Design nasce nel 1840 in occasione di un celebre Royal Wedding, quello della Regina Vittoria: ed è per questo che il composto a base di zucchero e albume d’uovo che una volta asciugato assume l’aspetto del ghiaccio, viene chiamato “royal ice”, ghiaccia reale, ma anche glassa o pasta di zucchero. In teoria, il “cake designer” è colui che progetta la spettacolare creazione. Chi la realizza è invece il “sugar artist”, ma spesso sono la stessa persona. Si dice che l’ultima tendenza imposta da William d’Inghilterra per il suo matrimonio, siano le eleganti decorazioni “tono su tono” ottenute con cioccolato plastico in colori pastello, fatte con cioccolato, miele, zucchero a velo e nient’altro. Ma il vero Boss delle torte “kolossal” è l’italo americano Buddy Valastro, che conduce un “reality show” con protagonisti lui stesso e la sua famiglia nella celebre Carlo’s Bakery del New Jersey (www.carlosbakery.com) fra torte di pandispagna a forma di grattacieli di Manhattan, clienti capricciosi e un mare d’imprevisti da risolvere. Se volete però emulare le ragazze di Sex and the City e assaggiare le “cupcakes” preferite di Carrie, Miranda, Amanda e Charlotte, puntate sulla Magnolia Bakery (www.magnoliabakery.com) di New York.

Qui in Italia, invece, abbiamo scoperto “cake designers” capaci di realizzare cappelliere giganti decorate con pastiglie di cioccolato, seggioline e ciabattine di pasta frolla, collane di teschietti caramellati. Parola d’ordine: sorprendere con dolcezza. La “eating designerNatascia Fenoglio (www.natasciafenoglio.com) ha fondato Ciboh (www.ciboh.com), studio di progettazione che fa ricerca sperimentando le potenzialità del cibo e le infinite soluzioni estetiche che può evocare. Uno “shop-atelier” tutto da scoprire è quello di Claudia Lotta (nella foto, www.claudialotta.it), giovane “sweet designer” allieva della londinese Peggy Porschen (www.peggyporschen.com), che fra i clienti vanta Madonna, Kate Moss ed Elton John. Sono poi nati blog e forum dove centinaia di appassionati si scambiano indirizzi alla caccia di attrezzature particolari e scoprono nuovi corsi per creazioni sempre più spericolate. Silovoglio (www.silovoglioevents.com) nasce dalla passione di 2 amiche, Adriana e Federica, per i colori pastello, il “preppy style” e gli abbinamenti delicati. Hanno creato un romantico mondo di zucchero e miele, aperto un secondo filone dedicato alla decorazione delle torte e pubblicato il libro Cake Design. Preparare e decorare dolci da sogno per tutte le occasioni (Rizzoli, € 17.50, www.rizzoli.rcslibri.it). Attingendo dall’immaginario infantile, magico e fiabesco, il Cake Design può sembrare un gioco. Ma si sta rapidamente trasformando in business.

Foto: Claudia Lotta sweet designer
Rizzoli/Silovoglio         

stampa

coolmag