Coolmag - fashion&design

Riad Le Calife
Ingresso Riad Le Calife
Fes
home - fashion & design




Riad Le Calife

di Cris Thellung

Proprio qui, nel 2009, gli U2 hanno registrato l’album No Line On The Horizon. Molti la preferiscono a Marrakech, se non altro perché è la più antica città imperiale del Marocco. Altri, invece, vorrebbero abitarci incantati dal suo “charme” per potersi immergere nei vicoli della sua Medina senza correre il rischio di confondersi coi turisti “prendi e fuggi”. Ci vuole tempo e passione per scoprire i segreti di Fes, città islamica tanto abituata a non mostrarsi in tutto il suo splendore a chi arriva da lontano e crede d’aver visto tutto in poche ore, quanto arrendevole nei confronti di chi vuole amarla per sempre. Fes è abituata a cambiarsi d’abito di ora in ora: dipende dal sole che la fa brillare quando è alto, o dalla luce pittorica del tramonto che ne esalta la bellezza. Vi consiglio di visitarla a dicembre, quando il clima è mite, lontano dai freddi invernali europei e dal caldo africano.

Ho trascorso 4 notti al Riad Le Calife, hotel che potremmo definire residenza di pregio con tutte le comodità dell’albergo di lusso. Tutto compreso, anche la gentilezza dei proprietari, lui parigino e lei marocchina, che hanno deciso di dare una svolta alla loro vita trasferendosi in questa incantevole dimora del secolo scorso nascosta fra i vicoli della città vecchia e trasformata in struttura d’accoglienza per poche persone alla volta. Le Calife dispone infatti di 4 camere e 2 suites che si affacciano sul patio. Gli alloggi sono dotati di letto matrimoniale e bagno con vasca o doccia. Le suites e le camere Opaline e Amethyst dispongono di angolo salotto. Dalla porta d’ingresso del riad si accede al cortile interno, ombreggiato e molto silenzioso, dove ci si può rilassare lungo il patio bevendo tè alla menta, sempre che non si voglia salire alle 2 terrazze panoramiche che dominano la Medina. In cucina c’è Fatima, brava cuoca che prepara piatti tradizionali come tajine, couscous, pastilla maison, méchoui o agnello. Difetti non ne ho trovati, tenuto conto che sono stato ospitato in una bella casa della moderna borghesia marocchina e non in un grand hotel di una delle tante catene alberghiere multinazionali che anche in Marocco non mancano. Questo, semmai, è un pregio e non un difetto. Non troverete pullman di turisti fuori dalla porta, e tantomeno un ristorante che vi offre pastasciutta scotta. Solo bontà marocchine, calore e cortesia. Prezzi, per un breve soggiorno, più che accettabili. Lasciatevi incantare.

Riad Le Calife
19 bis derb el ouarbiya, El makhfia Fez Médina
tel. 00212-6-61353269


www.riadlecalife.com

Foto: © Cris Thellung
 
      

stampa

coolmag