Coolmag - fashion&design

Boalum
Sacco easy chair
Treetops by Ettore Sottsass
home - fashion & design




Zoom. Italian Design and the Photography of Aldo and Marirosa Ballo

di Gianna Carrano

Oggetti dalle linee rigorose. Funzionali, morbidi e sinuosi. Allegri. A volte, sembrano giocattoli colorati e giganteschi, ma Aldo e Marirosa Ballo li hanno sempre fotografati con matematica ironia, enfatizzandone il nero o il cromatismo sfrontato. Noi ci abbiamo giocato spesso con questi oggetti: senza riverenza né timore, ma con assoluta partecipazione della loro unicità. Dal 1953 al ’94, non c’è classico del design italiano che Aldo e Marirosa non abbiano immortalato mettendone in luce la bellezza e la praticità. Vi ricordate la poltrona Sacco (resa "cult" da Fantozzi) dove sprofondavamo per vedere la tivù, la radio Brionvega che diventava un blocchetto compatto da inserire fra i libri, la lampada Arco che attraversava leggera la stanza nonostante la solida base di marmo, la poltrona a forma di mano con il famoso cane di razza pointer (dei coniugi Ballo) sdraiato sopra? Aldo e Marirosa - lui studi all’Accademia di Brera e alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, lei figlia di Fedele Toscani, fotoreporter del Corriere della Sera e sorella di Oliviero - hanno ritratto tutti i protagonisti della leggendaria epoca del design: da Franco Albini, Gae Aulenti, Mario Bellini e Achille Castiglioni, a Joe Colombo, Alessandro Mendini, Gaetano Pesce e Gio Ponti, fino a Riccardo Sarfatti, Ettore Sottsass e Superstudio.

In mostra al Vitra Design Museum, c’è uno scatto in bianco e nero della loro “bottega”: una tribù di una trentina di persone di tutte le età in posa fra macchine fotografiche, scale, valigie di metallo, treppiedi, rotoli, fondali, lampade e spot… Pieni di entusiasmo e di energia, eppure composti e ordinati. Funzionali al progetto innovativo che stavano concretizzando con le loro immagini. I Ballo hanno dato vita, dagli Anni ’50, allo studio fotografico che è stato il punto di riferimento dei più importanti designers e delle aziende che puntavano sulla ricerca: Pirelli, Olivetti, La Rinascente… Poi, nel 1972, il design “made in Italy” ha avuto la sua consacrazione al MoMA di New York con la mostra The New Domestic Landscape. C’erano ovviamente anche loro, Aldo e Marirosa, a scattare foto a oggetti e progettisti. Per consegnarli alla storia e alla nostra memoria collettiva.

Zoom
Italian Design and the Photography of Aldo and Marirosa Ballo
Fino al 3 ottobre, Vitra Design Museum, Charles-Eames-Str. 1, Weil am Rhein
tel. 0049-7621-7023200/7023590


www.design-museum.de

www.vitra.com  

www.vacanzeingermania.com  

Foto: Emilio Fioravanti, GRAssociati: Advertising poster with flexible floor lamp Boalum by Gianfranco Frattini and Livio Castiglioni, 1969-1970 for Artemide
Piero Gatti, Cesare Paolini and Franco Teodoro: easy chair Sacco, 1968 for Zanotta
Ettore Sottsass with his floor lamp Treetops for Memphis, 1981
© Aldo Ballo and Marirosa Toscani Ballo, Milano
© Vitra

















stampa

coolmag