Coolmag - fashion&design

Andy dei Bluvertigo
Poptech
DN Eyes
home - fashion & design




L'ora di Andy

di Stefano Bianchi

Stratega elettronico nei Bluvertigo, dj sopra le righe (e sopra i suoni), Andrea Fumagalli in arte Andy è anche pittore Pop di quadri fluo/neo/psichedelici sospesi fra sogno e realtà, in bilico fra la New Wave Anni ’80 e Hollywood. Ultimo domicilio conosciuto: la collettiva It’s not only Rock’n’Roll, Baby!, che alla Triennale Bovisa di Milano l’ha visto contrapporsi ad altri rockers/painters/photographers del calibro di Antony, Pete Doherty, Alan Vega, Bianca Cassady delle Cocorosie e Patti Smith.  Dipinge, Andy, Kraftwerk e Madonna, Devo e Klaus Nomi. E poi li fa interagire con Greta Garbo e Jim Morrison, Dita Von Teese e Salvador Dalì. Metabolizzando i fumetti di Roy Lichtenstein, esasperando il concetto di “icona”, stende colori elettrici (o elettronici?) su tele kolossal che somigliano a videoclips da lisergica Alice nel Paese delle Meraviglie.

Visto che il suo “modus operandi” si espande nella “fluorescenza” di mobili, giradischi e juke-box, era inevitabile che Andy approdasse all’ora più “cool” che possiate immaginare: 5 orologi (€ 18 l’uno) “remixati” per 2L8 Lab, factory creativa del marchio italiano Too Late. I nomi di queste autentiche opere da polso morbide, “waterproof” e leggere come piume (15 gr.) scandiscono il top dell’Andy Pensiero: Poptech, Geishalook, Audiotrax, DN-Eyes, Sea of Sin. E quando la Pop Art incontra il silicone, è un trionfo di sguardi ammiccanti, labbra socchiuse, fiori, note musicali. Il tutto racchiuso in un accattivante “packaging di vetro.

Too Late
tel. 030310251


www.too2late.com

Foto: Too Late

stampa

coolmag