Coolmag - fashion&design

CoolMood
Barbie Mad Men
Prada
home - fashion & design




Consigli di Stile: Vita stretta e gonna ampia

di Gisella Zinelli Rignano

State pronte, arrivano le ragazze che andavan di moda a fine Anni ’50, primi ’60. Quelle che - come cantava Renzo Arbore - sono brunette di vita un po’ stretta e un po’ corte di gamba. I canoni di bellezza, nel frattempo, sono cambiati; le ragazze pure, ma i tubini, gli occhiali dalla forma allungata e i “coats pied de poule” sembrano quelli di quegli anni: che erano Frank Sinatra, la 500, la tivù, la guerra di Corea, l’assassinio di JFK e il desiderio di rinnovamento. Anche la serie americana Mad Men, la sua influenza l’ha certamente avuta. Potenza del mezzo televisivo: non è stata tanto la nostalgia, quanto la voglia di rivisitare un periodo d’eleganza e trasformazione che conviveva con un’eccellente apparenza interiore ma ideologie ancora arretrate e non corrette (razzismo, antisemitismo, pregiudizi sessuali).
 
Gli stilisti, ovviamente, non hanno fatto altro che seguire il “trend”. Con ogni probabilità chi meglio ci è riuscita è Prada, con una collezione significativa a cominciare dalle scarpe tacco 5 a punta e con fiocchetto e gli abiti dalle linee morbide e di gran classe. Bentornata “silhouette”, dunque: inventata da Dior con busto ben segnato, vita stretta e gonna ampia. Tra gli accessori, occhiali a farfalla tipo bibliotecaria si appoggiano su volti che enfatizzano le sopracciglia. Un’occhiata la dà anche Iceberg, con le sue giacche e i suoi cappottini pied de poule”; ma la parola d’ordine è gonna a ruota e vita stretta. Pur nelle diversità, primeggia la voglia d’eleganza e apparente compostezza, prerogative di quell’epoca. Su tutto, aleggia l’ombra di Grace Kelly… E se sfoggiate la chioma lunga, preferibilmente bionda, tornano le acconciature alte e lo “chignona banana. Per un tocco di classe in più.
 
 
 
 
Foto: Mattel
Prada  



stampa

coolmag