Coolmag - fashion&design

Misael uno
Misael due
Misael tre
home - fashion & design




Misael

di Stefano Bianchi

Nell’Isola per raccontare storie lontane, scoprire le nuove realtà della metropoli, scandire il domani di stili e tendenze. Nel quartiere milanese dei “trend-setters” c’è Misael, innovativaconcept area” dove non solo si sviluppano idee e si realizzano prodotti ma si diffondono messaggi etici veicolando l’Arte. In questo spazio immacolato, fuori dagli schemi, illuminato dall’elettricità dei neon blu e dal classicismo di calde luci, vanno in scena l’amore per l’uomo e il rispetto per l’ambiente. Misael, infatti, punta sull’autenticità e la purezza dei materiali sostenibili con oggetti, complementi d’arredo e abiti che dialogano spontaneamente con la Natura promuovendo il meglio dell’Ecodesign.

Da qui – coniugando idealmente il concetto di Bellezza che salverà il Mondo, come profetizzato dallo scrittore russo Fedor Dostoevskij – sono transitati designers, fashion designers, pittori e scultori come Florencia Martinez, Lyall Sprong, Andile Dyalvane, Elena Ricci, Federica Moretti, William Xerra e Walter Oltmann. Sempre qui, Cristina Merlo, Angela Mensi e Ingrid Taro hanno appena presentato la linea Ricciolo: poltrona, pouf e divano realizzati in materiale plastico recuperato da processi di lavorazione industriale; Lisa Wacklin e Per Berglund hanno dato vita a Moving Hedge, sistema di “siepi-mobili” dotate di vita propria e capaci di riequilibrare l’ecosistema domestico; Misael ha proposto il suo vino, con tanto d’etichetta illustrata da Valerio Vidali. Milano, dunque. Ma anche Cape Town, in Sud Africa. Misael è anche là: dove tolleranza e convivenza scandiscono il vivere quotidiano. Dove il “melting pot” detta il Bello dell’arte locale. Dove la tradizione si fonde con la modernità. E la prossima destinazione sarà Shanghai.       

Misael
Art, Style, Design and Food
via Thaon de Revel 3, Milano
tel. 0292881243


www.misael.eu  

Foto: Misael

stampa

coolmag