Coolmag - fashion&design

Generali Avirex
Chinos Avirex
Busta Avirex
home - fashion & design




Avirex: l'abito in busta

di Stefano Bianchi

Una busta grande 40 cm. x 45. Dentro, 1 giacca e 1 pantalone da portare sempre con sé e indossare per necessità, o quando si vuole cambiar vestito. Lo stilista fiorentino Romano Ridolfi, debutta con Avirex (fusione dei termini latini “avis” = “volatili”, “aviazione” e “rex” = “re”, per indicare la nobiltà dei materiali e la lavorazione artigianale) concretizzando per la Primavera/Estate la sua idea di abito da uomo: pratico, leggero, resistente, da non stirare mai. Rigorosamente in gabardine a doppio filo ritorto: tessuto caro al “brandamericano che fin dalle sue origini (nella piccola fabbrica di Long IslandNew York, a cavallo fra le 2 guerre mondiali, che produceva giacche e giubbotti in pelle per le forze militari di mare, cielo e terra)  lo utilizza per i Chinos, i leggendari pantaloni indossati da famosi attori fra cui Steve McQueen (nel film La grande fuga del 1963) e Sam Shepard (Uomini veri, ’84). Senza dimenticare chi ha scelto d’inserire un capo Avirex nel suo guardaroba: da John Fitzgerald Kennedy a Woody Allen, passando per Bill Clinton, lo scultore Arnaldo Pomodoro, Bruce Willis, John Travolta, Sean Penn, Sylvester Stallone, Eminem, Back Street Boys e Ben Affleck.
 
Ma tornando ai Chinos (a partire da € 106), cos’hanno di particolare? I dettagli, fondamentali. Dai bottoni a 4 fori in lineato 24, alle cuciture in filato di policotone 50 con un’anima a filamento continuo grazie alla quale la cucitura resiste, non si ritira durante il lavaggio, nè si logora con lo sfregamento. E poi la lampo a cremagliera autobloccante (fedele ai modelli in uso all’Aviazione dagli Anni ’20), nonché la fodera in tela di cotone che migliora la vestibilità e regala il “top” del comfort. Chinos, deriva dalla radice anglosassonechino” e riconduce alla Cina, che forniva l’esercito statunitense di pantaloni color khaki destinati alle truppe nel Pacifico. La funzionalità e la praticità dei Chinos furono tali che si decise di adottarli per tutti i piloti a partire dal ‘38. Da allora, Avirex è fornitore ufficiale dell’American Tactical Air Command e consulente dell’Air Force per lo studio e lo sviluppo dei capi ufficiali dell’Aviazione Militare. I mitici pantaloni, nel frattempo, si sono trasferiti dal mondo militare a quello civile declinando “glamour”, eleganza, libertà di movimento. Ovvio, quindi, che a custodirli gelosamente sia l’innovativa busta in tela sottoposta a un particolare lavaggio nel thè. E i colori (khaki, blu navy, grigio, bianco) sono indissolubilmente legati all’atmosfera militare. Abito in busta, quindi. Ideale per essere riposto nel bagaglio a mano, nel cassetto della scrivania del manager, nella sacca del globetrotter, nello zaino del viaggiatore contemporaneo. Sempre a portata di mano.
 
 
 
Foto: Avirex

stampa

coolmag