Coolmag - fashion&design

merci ingresso
merci due
merci tre
home - fashion & design




merci

di Stefano Bianchi

Cos’hanno in comune la targa di una Fiat 500 rossa & vintage sovraccarica di vestiti, sacche da viaggio, cesti in vimini, un paio di vecchi sci, uno skateboard e un coccodrillo gonfiabile, e l’ingresso di una fabbrica di tessuti del 19° secolo? 1 parola di 5 lettere: merci. Cioè grazie: di aver comprato, regalato, essersi messo in gioco per aiutare chi più ha bisogno. Lo shopping griffato ma “solidale” è a Parigi, nel cuore dell’Haut Marais “chic & cheap”, fra il e l’11° arrondissement. merci, lo spazio ristrutturato per volere di Marie-France e Bernard Cohen (fondatori del marchio per bambini Bonpoint) abita in 1.500 metri quadri su 3 piani di vetro, assi di legno e scale metalliche dove si trova un po’ di tutto: dagli abiti griffati Stella McCartney, Yves Saint Laurent, Paul Smith, Azzaro, Burberry e Kris Van Assche, ai “bouquets” di fiori che solo i parigini sanno confezionare; dal design più “cool” (Patricia Urquiola per Rosenthal, Jasper Morrison per Vitra, Paola Navone per Reichenbach) ai jeans firmati Acne.
 
Basta fare un giro nelle diverse aree merceologiche (abbigliamento per bambini, donna e uomo, arredamento, accessori per la cucina, tessuti per la casa, merceria, gioielli ebijoux”, fiori e profumi) e scegliere i prodotti realizzati appositamente per il negozio (marchiati con la scritta “merci merci”) e quelli che portano il nome (accompagnato da un ringraziamento) di chi li ha creati, donati per beneficenza e resi più che accessibili. Tranne alcuni pezzi extra-lusso, infatti, qui vige la regola del 30-50%  meno caro. Acquistate, e ciò che avete speso verrà devoluto a donne e bambini del Madagascar. E anche i libri, che riempiono gli scaffali nella piccola caffetteria a destra dell’entrata principale, sono stati donati allo "store". Selezionati con cura e in qualche caso perfino rari, li potete leggere “in loco” mentre fate colazione o pranzo, oppure comprarli per una manciata di Euro. merci ha chiesto a scrittori, critici letterari e celebrità di regalare 3 delle loro opere preferite. Facendo nascere, così, una piccola e preziosa biblioteca nel quartiere più bohemienne” di Parigi.
 
merci

boulevard Beaumarchais 111, Parigi

tel. 0033-1-42770033

www.merci-merci.com

www.raileurope.it
 


Foto: merci 


stampa

coolmag