Coolmag - fashion&design

Design Supermarket uno
Design Supermarket due
Design Supermarket tre
home - fashion & design




Design Supermarket

di Stefano Bianchi

Il sogno a occhi aperti di ogni fan della bella (e funzionale) forma, non poteva che avverarsi nella madrepatria del design (Milano) e nella madre di tutti i grandi magazzini (la Rinascente). Piano: –1. Destinazione: Design Supermarket. 2000 metri quadri disegnati in “minimal style” dallo studio londinese 1 + 1 = 1 di Claudio Silvestrin e Giuliana Salmaso. Qui si fa la spesa riempiendo un cestone. Si fa shopping d’oggetticult” (quelli per tutti e quelli per pochi, a prezzi tutto sommato democratici) per la casa, l’ufficio, il tempo libero. Il Design, al Supermarket, non è roba da museo ma roba per tutti: da scegliere esplorando scaffali e banconi immacolati. Il design, per la prima volta, diventa accessibile. Raggiunge il pubblico. Strategia-miracolo. Sfilano, nello store più “glamour” della Rinascente che s’affaccia su piazza Duomo, più di 200 marchi internazionali dentro appositi “corners” (Shop in Shop) e in bellavista. Si va da Kartell a Richard Ginori, da Alessi a Terence Conran. E poi Sentou, B & B Italia Object, Guzzini, Moooi, Venini, Artemide, Flos, Brionvega, Luceplan, Danese Milano, Samsonite, XL Design, Tivoli Audio, BodaNova, Design House Stockholm, Muuto, Eva Solo, Kosta Boda

Ogni oggetto, dal più grande al più piccolo, ha il suo designer di fama mondiale: da Ron Arad a Michael Young, passando per Antonio Citterio, Patricia Urquiola, Enzo Mari, Alessandro Mendini, Philippe Starck, Stefano Giovannoni, Konstantin Grcic, Aldo Cibic, Zaha Hadid, gli eterni Gio Ponti, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Ettore Sottsass, Vico Magistretti, Walter Gropius. Ci si orienta per tipologie, al Design Supermarket: tazze e caffettiere (Caffè e Tè); look da scrivania (Creative Office); cornici, vasi e candele (Decor e piccoli complementi d’arredo); Gadget Tecnologici; Illuminazione; Libri (una miriade: dal design all’architettura, dalla moda al food); Micro Elettronica; Oggetti del Design Nordico; Tavola e Cucina; Valigie e Articoli da viaggio. Nel fatidico cestone, ci può finire la prestigiosa macchina fotografica Leica o lo sgabello Frilly Stool, il portafrutta griffato Eno e la lampada Eclisse, il taccuino Moleskine e il vaso Fast. Alla fine, vale la pena sedersi alla caffetteria progettata da Martino Berghinz. E assaggiare qualcosa di buono. Esausti, ma felici.

Design Supermarket
la Rinascente, piazza Duomo, Milano
tel. 0288521


www.rinascente.it

Foto: la Rinascente     

stampa

coolmag