Coolmag - fashion&design

Pepe Jeans uno
Pepe Jeans due
Pepe Jeans tre
home - fashion & design




Va di moda Warhol, con Pepe Jeans London

di Matteo Castelnuovo

Lunghi capelli biondi, incorniciano uno sguardo intenso e seducente. Da Factory Girl alla Andy Warhol Collection by Pepe Jeans London, Sienna Miller si è trasformata in sex symbol nel ricordo della Pop Art. Due anni dopo avere interpretato Edie Sedgwick nel film impegnato a raccontarne la vita, l’attrice statunitense torna a rappresentare il movimento avanguardista newyorkese. Stavolta, però, indossandolo. Il più famoso marchio di “jeanswear”, creato nel 1973 dai 3 fratelli Shah (partiti da una bancarella a Portobello Road e arrivati in pochi anni ad avere più di 60 negozi sparsi nel mondo), l’ha infatti scelta come “testimonial” della sua campagna pubblicitaria. Assortimento di abiti e accessori (ben 250: prezzi su richiesta) per uomo e donna prodotto in collaborazione con la Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, la Collection by Pepe Jeans London (suddivisa nei segmenti Pop e Factory) si propone in versione primavera-estate prendendo ancora una volta spunto dai mitici quadri realizzati dall’artista di Pittsburgh.

T-shirts, giacche, camicie, abiti in paillettes, canotte e jeans, su cui non solo appaiono le mitiche lattine di Campbell’s Soup, la banana del disco dei Velvet Underground e le Brillo Boxes, ma personaggiglam” quali Edie Sedgwick, Jackie Kennedy, Elvis Presley e l’autoritratto di Andy in svariate versioni, danno vita a una retrospettiva-fashion dalla dirompente creatività. Pezzo forte della collezione, ovviamente, sono i jeans griffati Warhol e resi speciali da stampe, borchie col simbolo del dollaro e lavaggi particolari. Senza tralasciare, comunque, rifiniture d’alta sartoria. Con i suoi bracciali colorati, le cinture, le borse, le cravatte, i cappelli e quegli occhiali oversize”, la linea di accessori completa un look che fa rivivere l’ebbrezza dei “warholianiAnni ’60 e ’70, dentro e fuori la Factory, contribuendo a creare uno stile grintoso che, come spiega Michael Hermann della Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, «è uno dei motivi che ci rendono lieti di lavorare con Pepe Jeans London a una collezione come questa, ispirata allo spirito anticonformista di Warhol». Il quale, fra l’altro, era solito dire: «Fashion wasn’t what you wore someplace anymore, it was the whole reason for going». In buona sostanza: moda è comprare un vestito non per indossarlo, ma per farsi ammirare.

www.pepejeans.com

Foto: Yoye/Pepe Jeans London

stampa

coolmag