Coolmag - fashion&design

Jack Nicholson
Crocs
Brooke Shields
home - fashion & design




Crocs on the beach!

di Eleonora Tarantino

Belle? Brutte? Non è l’estetica che determina la Crocs-mania. Non sono calzature eleganti, le Crocs. Però le indossano le stelle di Hollywood ed è questo che fa la differenza. Jack Nicholson le sfoggia col suo look casual-balneare; Brooke Shields le sostituisce spesso e volentieri ai tacchi a spillo griffati; i personaggi della serie tv Grey’s Anatomy le calzano che è un piacere fra un intervento chirurgico e l’altro. Inoltre, la foto di George Bush nella recente visita in Italia che indossa le "trendy-pianelle" col solito sorriso da texano d.o.c., ha conquistato le prime pagine dei quotidiani. Il “must-have”, questa volta, è “made in Usa”. L’idea-Crocs nasce da 3 amici di Boulder, Colorado: Scott Seamans, Lyndon Hanson e George Boedecker, che 5 anni fa durante una crociera ai Caraibi hanno brevettato zoccoli sul modello indossato in corsia dal personale ospedaliero. E li hanno convertiti in originali scarpe da barca. Il primo migliaio di paia del modello base Cayman (a 29.90 dollari) fa “sold out” in un lampo. Gli acquirenti sono velisti, medici e giardinieri, costretti a stare per lungo tempo in piedi e, di conseguenza, viva le confortevoli Crocs. E poi, le paparazzate ai vips che le indossano (Al Pacino, Matt Damon, Faith Hill, Isabella Rossellini, Cora Schumacher) creano un ritorno d’immagine pazzesco.

Le Crocs (contrazione di “crocodiles”: coccodrilli), esprimono il concetto che si possa camminare sia sulla terraferma sia in acqua. Come il rettile anfibio raffigurato sul fianco delle scarpe. Che sono realizzate in croslite: resina brevettata a cellula chiusa, leggera, lavabile, anti-scivolo, anti-microbo, anti-odore, che si riscalda e ammorbidisce col calore del corpo modellandosi al piede. Il massimo comfort del tacco ortopedico, dotato di supporto incorporato per l’arco plantare e fascia tarsale, assicura stabilità. Per chi ama vestirsi con semplicità e allegria, le Crocs (€ 45) sono disponibili in nero, cioccolato, fucsia, azzurro, lime, blu scuro, orange, bianco, rosa, viola, rosso, cacki, giallo e turchese. In più, per renderle “cool”, potete applicare nei fori della ciabatta i Jibbitz (€ 2.50), simpatiche decorazioni a forma di cuoricini, margherite, farfalle… Un’invenzione che ha fatto la fortuna di Sheri Schmelzer, casalinga (non disperata) del Colorado, la quale dopo aver applicato un fiorellino di seta agli zoccoli dei suoi bambini ha iniziato a produrre ciondoli Jibbitz per 3.000 punti vendita statunitensi. Lyndon “Crocs” Hanson li ha visti, ha acquistato per 20 milioni di dollari l’azienda della signora e… la casalinga ha svoltato.

Artcrafts International
tel. 055683864

www.artcrafts.it

Foto: Jack Nicholson
Brooke Shields
Artcrafts International

stampa

coolmag