Coolmag - fashion&design

Nhow uno
Nhow due
Nhow tre
home - fashion & design




NHOW. Ospitalità contemporanea

di Redazione

Trasformare la General Electrics di via Tortona, residuo industriale senza qualità architettoniche se non quelle meramente funzionali, in una struttura adatta al pubblico eclettico del design e della moda milanesi sembrava un'utopia. Daniele Beretta (realizzatore di locations da trasformare in templi della “urban social life”) e Matteo Thun (architetto e designer), hanno raccolto la sfida realizzando NHOW, hotel espressione di una nuova forma d’ospitalità legata al mondo contemporaneo, che diventa parte attiva della vita sociale e culturale della città. Beretta è intervenuto con fare chirurgico sulla ex fabbrica svuotandola, sezionandola e ricomponendola fino a ottenere una struttura del tutto nuova. Il taglio industriale resta intatto, riconoscibile nella sobrietà degli esterni e nella tipica copertura a “shed”, ma la funzionalità priva di estetica delle origini viene spazzata via da superfici mosse, continui cambi di piani, terrazze-giardino interne e nuove aperture.

Il risultato è un edificio che si inserisce senza strappi nell’antico tessuto industriale di via Tortona, preannunciando le atmosfere magiche dell’albergo attraverso le vetrate colorate alla base delle finestre. Thun si è invece occupato dell'interior design, curando fin nei minimi dettagli luci, colori, arredi, decori. Ha optato per soluzioni che enfatizzassero le molteplici facce di Milano: dall’anima classica a quella più moderna, dalla “glamour” all’“underground”. I corridoi di NHOW sono concepiti come strade metropolitane, con colonne portanti in ferro e porte decorate a graffiti. Le aree comuni sono caratterizzate da arredi di puro design e pezzi d’arte. Ai materiali di derivazione industriale (come il cemento dei pavimenti e il ferro delle colonne), si affiancano raffinati tocchi di colore: gialli, rossi e viola giocano a creare imprevedibili armonie con i grigi di sottofondo. 250 camere si contendono mobili d’autore e atmosfere rilassanti, con spazi che si fondono l’un l’altro. L’idea alla base, tanto nella struttura quanto nella filosofia, è infatti quella di fluidità. Un’idea che si allontana dal concetto statico di albergo per avvicinarsi a quello di spazio in continua evoluzione. NHOW è anche un’area espositiva per mostre d’arte e di design, location per eventi e sfilate di moda, set per studi fotografici. Contenitore ibrido che si adatta alle diverse esigenze di una società in continuo divenire, NHOW è il simbolo di un’architettura urbana e molto milanese. Sobria nella veste, piena di sorprese.

NHOW, via Tortona 35, Milano
tel. 024898861

Stanze Standard, da € 187; di categoria superiore, da € 207; Executive, da € 247; Junior Suites, da € 307; Suites, da € 500


www.nhow-hotels.com

Foto: NHOW Milano

stampa

coolmag