Fashion & Design

In prigione con stile

Avete mai provato l’emozione di trascorrere una o più notti in un carcere riconvertito in albergo stiloso? Hotels.com® vi suggerisce i migliori.

Malmaison, Oxford
Adiacente al castello, ha una ricca storia che risale a oltre 900 anni fa. Già fortezza normanna nel 1071, durante l’epoca vittoriana viene riconvertita in carcere di Sua Maestà di Oxford (1888-1996). Oggi è un hotel di lusso che mantiene intatto il vecchio edificio, ma ci si riposa in celle di detenzione calde e accoglienti (a partire da € 145).

Hotel Katajanokka, Helsinki
Inaugurata nel 1837 come prigione della contea di Helsinki e penitenziario investigativo, rimane attiva fino al 2002. Anche se l’edificio ha dovuto subire vari restauri, l’hotel mantiene l’atmosfera vintage e qualche arredo dell’epoca. Anche i servizi si ispirano alla vita carceraria: se chiedete da bere, vi porteranno coppe di stagno; al ristorante, nel menù, troverete solo pietanze con nomi legati alla prigione (da € 90).

The Liberty Hotel, Boston
Famigerato carcere dal 1851 al 1990 caratterizzato dalla forma ottagonale e da una torre circolare di 27 mt. d’altezza che consentiva di segregare i detenuti (il più famoso: Malcolm X) per sesso e tipologia di reati, non ha più le sbarre a porte e finestre, sfoggia salotti in pelle, lampadari di cristallo e garantisce una bellissima vista sulla città (da € 149).

Långholmen Hotell, Stoccolma
L’isola di Långholmen risale a più di 1.000 anni, mentre come prigione è datata 1724 quando arrivano le prime detenute. Ampliata nel corso del tempo, chiude nel 1975. Oggi, gli ospiti del Långholmen Hotell hanno accesso al Museo delle Prigioni che rende l’idea delle condizioni di vita dei prigionieri. Si dorme in celle arredate con pezzi di design svedese. A pochi passi dal centro di Stoccolma, godetevi la spiaggia e i percorsi da jogging (da € 120).

Het Arresthuis Hotel, Roermond
Per 2 secoli carcere olandese di massima sicurezza, un accurato restyling architettonico ha trasformato le sue celle spoglie e un po’ inquietanti in camere di charme che hanno mantenuto le porte originali di massima sicurezza e si aprono sul salone situato nel vecchio corridoio centrale della prigione. Alcune di esse si chiamano Il Carceriere, L’Avvocato, Il Direttore, Il Giudice (da € 135).

Good Hotel, Londra
Spazi minimalisti, design nordico, iPad come tv, rooftop bar con vista “wow” sul Tamigi, è una ex prigione galleggiante (trasportata da Amsterdam) che deteneva immigrati clandestini in Olanda e ora è un hotel ormeggiato al Royal Victoria Dock nei Docklands. Il nome Good Hotel non è stato scelto a caso: l’albergo, infatti, è una non-profit venture con staff composto da disoccupati della comunità locale che ricevono formazione ed esperienza sul luogo di lavoro (da € 59).

Foto: Hotel Malmaison, suite
Hotel Katajanokka, double room
The Liberty Hotel, hall
Långholmen Hotell, single cell
Het Arresthuis Hotel, central gallery
Good Hotel, standard room

Share: