Fashion & Design

Beat Hotel, Paris

15 ottobre 1957. Il nucleo letterario della Beat Generation approda a Parigi. Allen Ginsberg, Peter Orlovsky e Gregory Corso si sistemano all’ultimo piano del Beat Hotel, camera 32. La proprietaria, Madame Rachou, ha riservato al trio di squattrinati la stanza più economica: quella che quando piove fa filtrare acqua. Il palazzo nobiliare costruito nel 1480, appartenuto al Duca di Lynes e residenza del Marchese d’O, si trasforma così nel decadente ritrovo “bohémienne” della gioventù intellettuale a stelle e strisce, attratta dalla metropoli più tollerante e anticonformista al mondo. Per 3 anni, quel sottotetto nel cuore del Quartiere Latino ospiterà gli artisti in fuga dall’America bacchettona e conservatrice. Fra abuso di droghe e sesso promiscuo, è qui che William Burroughs sperimenta in collaborazione con Brion Gysin e Ian Sommerville la tecnica letteraria del cut-up e completa la stesura del romanzo The Naked Lunch (Il Pasto Nudo). Allen Ginsberg, invece, scrive il poema epico Kaddish e Gregory Corso compone il suo primo e unico romanzo: The American Express.

Oggi, al posto del luogo sacro dei beatniks c’è il delizioso Relais Hôtel du Vieux Paris, con la piccola reception dove fotografie di quegli illustri ospiti documentano il glorioso passato. Negli Anni ’50: zero stelle, si pagava la pigione mensile, si cucinava nelle camere e c’era un’unica doccia in tutto l’albergo. Oggi, questo boutique hotel a 4 stelle offre 12 camere arredate con tessuti da parati coordinati e travi a vista del XV° Secolo; e 7 suites con bagni in marmo e vasche idromassaggio, che comprendono 3 mezzanini affacciati sui tetti di Parigi. Il fascino della memoria, qui, continua ad attrarre scrittori, artisti, attori e musicisti in cerca d’ispirazione. In passato ci ha vissuto per 2 anni anche Dario Fo (lo testimonia una foto nella hall), Patti Smith è stata una “habitué”, mentre fra gli scrittori ci ha soggiornato Jerry Stahl, autore della serie tv CSI. Tutta la magia, insomma, rivive nell’appartata e silenziosa viuzza dell’hotel. Ma appena girato l’angolo ecco la Senna, i bistrots, il Marché aux Fleurs, Notre-Dame

Relais Hôtel du Vieux Paris
rue Gît-Le-Coeur 9, Parigi
tel. 0033-1-44321590

Foto: Relais Hôtel du Vieux Paris (ex Beat Hotel), © Discover Paris!
William Burroughs nella sua camera al Beat Hotel, 1958
Allen Ginsberg al Beat Hotel, 1957, © Harold Chapman
Peter Golding (armonica), Robin Page (chitarra) e Madame Rachou (dietro al bancone)

 

Share: