Fashion & Design

10 cose insolite da fare a Parigi

Fra le città più amate da noi italiani c’è ovviamente Parigi. Non solo nell’ultimo anno le prenotazioni sono aumentate del 37%, ma il soggiorno più prenotato è della durata di 3 notti mentre lo star rating preferito per gli hotel è il 4 stelle. A dimostrarlo sono i dati di Volagratis.com, precisando inoltre che la capitale francese viene in particolare scelta per un weekend lungo o un city break. E non manca chi raggiunge la Ville Lumière anche solo per una “toccata e fuga”.

Ecco le 10 cose insolite da fare a Parigi

(secondo Volagratis.com)

1 – Pedalare alla scoperta dei suoi luoghi iconici

A Parigi quando si parla di trasporti c’è l’imbarazzo della scelta, ma il mezzo “plus parisien” è indubbiamente la bicicletta. Le piste ciclabili sono diffuse in modo capillare nella rete urbana: basta utilizzare il servizio di bike sharing cittadino Vélib’ Métropole e avventurarsi lungo gli innumerevoli percorsi consigliati, fra cui l’itinerario lungo la Senna o quello dei parchi.

2 – Ammirare il volto Art Nouveau della capitale francese

L’Esposizione Universale del 1900 e l’inizio del 20° secolo hanno lasciato un segno indelebile su colei che viene considerata una delle capitali mondiali dell’Art Nouveau. L’anima romantica parigina si mescola con l’innovazione e le linee dei primi anni del ‘900 all’interno di raffinati edifici in vetro e metallo come il Grand Palais; in strutture creative, fra cui gli ingressi della Métro Abbesses o Dauphine; su eleganti ponti, come quello dedicato ad Alessandro III.

3 – Rendere omaggio ai grandi della storia francese

Nel corso dei secoli a Parigi sono transitati artisti, letterati, politici, scienziati e musicisti che hanno letteralmente fatto la storia. Molti di loro riposano all’interno dei più importanti cimiteri della città: luoghi affascinanti e suggestivi, come il cimitero di Père-Lachaise (il più vasto), quello di Picpus (il più antico), quelli di Montparnasse e Montmartre. Da visitare per rendere omaggio – fra i tanti – a Maria Callas, Jim Morrison, Chopin, Baudelaire e Degas.

4 – Scattare foto multicolor

Parigi è una metropoli multicolore, particolarmente ricca di angoli arcobaleno e luoghi ideali da condividere su Instagram, lontani dai classici itinerari turistici. Fra questi c’è Le Moretti, nel quartiere degli affari denominato La Défense, ed è una vera e propria opera d’arte contemporanea composta da 672 tubi in vetroresina di 19 colori differenti. A pochi passi da Montmartre c’è invece Pigalle Basketball, il campo da pallacanestro noto per i suoi cromatismi accesi.

5 – Scoprire la Parigi sotterranea

Parigi non è solo in superficie: sotto le sue strade batte il cuore di un mondo tutto da scoprire. Alcune stazioni della metropolitana sono autentici capolavori d’arte, come quella di Arts-et-Métiers che vuole ricreare il Nautilus nato dalla penna di Jules Verne. Nel viaggio sotterraneo si incontrano anche le celebri catacombe, fra le necropoli più grandi del mondo, nonchè il Museo delle Fogne che narra la storia del sistema fognario cittadino. Senza dimenticare, infine, La Pyramide Inversée del Louvre.

6 – Incantarsi di fronte alle opere d’arte degli Impressionisti

Fra le correnti artistiche che più hanno influenzato Parigi c’è l’Impressionismo. In città non mancano occasioni per scoprire quest’arte fatta di pennellate e istanti: meritano di essere visitati il Museo d’Orsay, impressionista per eccellenza; il Museo dell’Orangerie, il Marmottan-Monet e il Museo Rodin. E passeggiando tra le vie di Montmartre si incontrano luoghi immortalati da celeberrimi pittori, come il Moulin de la Galette dipinto da Renoir.

7 – Assaggiare piatti provenienti da tutto il mondo

Dopo aver degustato macarons, eclairs e meringhe, arriva il momento di dedicarsi ai piatti internazionali. Per i buongustai della cucina cinese c’è la Chinatown del XIII° Arrondissement, mentre per chi vuole mangiare mediorientale il consiglio è dirigersi nella zona intorno alla Grande Moschea del V° Arrondissement. Non mancano, poi, ristoranti giapponesi, sudamericani o indiani: Parigi è una metropoli multietnica, dove si incontrano culture e cucine provenienti da ogni parte del mondo.

8 – Tornare bambini al Museo di Storia Naturale e alla Città della Scienza

Tornare bambini a Parigi è semplicissimo: a cominciare dal parco divertimenti Disneyland Paris, dove la meraviglia è di casa, fino al Museo di Storia Naturale all’interno dei Jardins des Plantes, fra i più antichi al mondo. Infine la Città della Scienza, luogo ideale per imparare e scoprire divertendosi.

9 – Partecipare a un’esperienza di gruppo e conoscere persone da tutto il mondo

A Parigi è davvero impossibile sentirsi soli, anche quando si viaggia in solitaria. Dai free walking tour ai corsi di cucina francese tenuti da chef e pasticceri di fama internazionale come Alain Ducasse, passando per i concerti e gli eventi del Quartiere Latino, questo è il luogo ideale per fare amicizia nel più autentico spirito parigino.

10 – Passeggiare fra i luoghi più autentici della città

La vera anima di Parigi si incontra fra i banchi dei suoi mercati: da quello di Les Puces de Saint-Ouen, dedicato al vintage e all’antiquariato, al Marché des Enfants Rouges ricco di cibo internazionale. Per chi cerca un po’ di tranquillità, invece, un’autentica esperienza è percorrere la Promenade Plantée, passeggiata di quasi 5 km. realizzata su una vecchia linea ferroviaria ormai in disuso. Tutte esperienze gratuite, che non solo permettono di vivere una Parigi diversa ma di farlo in modo low cost.

Share: