Coolmag

home - editoriale

Becherel uno

Bécherel.

Anche i libri vanno in Paradiso.

di Peppo Delconte

C’è in Bretagna un’antica località di rustica grazia, che nessun turista intelligente dovrebbe lasciarsi sfuggire. Si trova su un dolce rilievo collinare che si sporge sull’alta valle del fiume Rance, si chiama da sempre Bécherel e dal 1989 s’è trasformata in una capitale del libro, ottenendo anche la denominazione di “petite cité de caractère”. Alle sue spalle ha quasi un migliaio d’anni di storia: nata come fortificazione sulla strada che da Rennes porta a Dinan e alla Costa d’Armor, più volte distrutta nelle guerre intestine per il ducato di Bretagna, è rinata dal 15° secolo in poi come fiorente centro agricolo e della lavorazione di canapa e lino. Ma nell’800 Bécherel ha cominciato a declinare, quando i concorrenti inglesi imposero la tessitura meccanica. Nella seconda metà del secolo scorso, era ormai quasi spopolata e per questo si è inventata la sua nuova vocazione: una rinascita che poggia su antiche professioni da sempre solide in Francia, terra di tipografi, librai e “bouquinistes” (i venditori ambulanti di libri usati che hanno conquistato grande popolarità a Parigi, lungo le rive della Senna).

In questo piccolo borgo, il visitatore troverà non solo negozi specializzati in libri antichi, usato e nelle recenti novità; non solo piccole gallerie d’arte ma anche bar, panetterie, enoteche, fioristi, crêperies e sale da tè con esposizione di libri e stampe: un Paradiso del lettore. Il comune di Bécherel, che ha da poco aggiunto in un nuovissimo edificio la Maison du Livre e du Tourisme, vanta oggi poco più di 700 abitanti ma molte migliaia di visitatori ogni anno. E una serie infinita di iniziative: mercati del libro, convegni e dibattiti, rappresentazioni teatrali e concerti, la Primavera dei poeti a marzo, la Festa del libro nella settimana di Pasqua, le Notti del libro in agosto... Per il bibliofilo curioso è un’autentica gioia per gli occhi, un mondo a parte, una diversa dimensione temporale. Qui, si può trascorrere una mattinata o un mese in un pellegrinaggio infinito fra caratteri di stampa e stradine medievali. Qui, il turismo culturale s’incontra felicemente con quello naturalistico e gastronomico. L’appassionato di letteratura, storia, musica, non è detto che sia per forza un inguaribile sedentario: qui potrebbe scoprire il piacere di una passeggiata o di una pedalata nel verde paesaggio bretone, visitare i numerosi castelli dei dintorni, o magari fare una veloce puntata sulla costa e gustarsi un piatto di ostriche o di "moules-frites" (le cozze bollite con contorno di patatine fritte). E ancora, scoprire formaggi e vini poco noti ma di altissima qualità. Perché la cultura si può anche mangiare, eccome!

Perciò prendete nota di questo nome nel vostro taccuino di viaggio: Bécherel è un piccolo cuore pulsante della Bretagna, della sua civiltà, della sua semplice gioia di vivere. Ad esser sinceri, Bécherel è la prima città del libro in Francia ma non in Europa. Il primo esempio risale addirittura al 1962: Hay on Wye, in una sperduta e bellissima valle del Galles, è una piccola località ormai famosa in tutto il mondo e ha fatto da battistrada a molti altri esperimenti europei. Solo in Francia, sulle orme di Bécherel, sono già nate (ovviamente in altre regioni) altre 7 città del libro, tutte piccole località che hanno trovato un modo intelligente per rivitalizzarsi e uscire dal declino demografico. E in Italia? Un primo, timido tentativo l’ha fatto il comune di Montereggio nell’Appennino Emiliano, cui va il merito di aver aperto una strada ideale: in un Paese come il nostro, che in fatto di storia e di cultura non è inferiore a nessuno, quanti sono i piccoli gioielli dimenticati e quasi spopolati che meriterebbero una simile rinascita?

www.becherel.com

www.bretagna-vacanze.com

www.franceguide.com

Foto: © Eleonora Tarantino
   

stampa

Becherel dueBecherel tre


 

Archivio editoriali

http://www.gmebooks.com

http://stores.ebay.it/pontixlartestore

http://ebay.eu/1MgCWWN

https://m.facebook.com/E.T.PersonalArtShopper/