Coolmag

home - editoriale

The Dinner

The Dinner con Richard Gere.

Quando il thriller va consumato in famiglia.

di Stefania Cubello

All’inizio sembra una normale cena tra 2 fratelli con le rispettive mogli, in un lussuoso ristorante di Amsterdam. Una di quelle classiche situazioni noiose da affrontare in cui tutto sarebbe preferibile – anche una semplice birra e costolette fritte al pub sotto casa, come si augura Paul (Steve Coogan) con la moglie Claire (Laura Linney) – piuttosto che ritrovarsi al tavolo col fratello Stan Lohman (Richard Gere), candidato alla carica di primo ministro olandese, e la giovane moglie Katelyn (Rebecca Hall) a parlare di film visti, di progetti per le vacanze. In particolare, è Paul a vivere con più fastidio la prospettiva della serata al ristorante dove arriva prima del fratello, eterno ritardatario. Tant’è che coglie ogni occasione per mettere in difficoltà e offendere sommelier e camerieri; è sarcastico verso portate dai nomi aulici ma dalla consistenza quasi invisibile dentro piatti dalle enormi proporzioni; non sopporta lo stile affettato del direttore di sala e il lusso che lo circonda.

È proprio nel modo di presentare il cibo come elemento di assurdità che si percepisce la tensione del rapporto che lega i 2 fratelli protagonisti di The Dinner, film diretto da Oren Moverman. Tratto dal “best seller” La cena di Herman Koch (pubblicato in Italia da Neri Pozza) e per molti versi “remake” de I nostri ragazzi (2014, diretto da Ivano De Matteo e interpretato da Alessandro Gassmann, Luigi Lo Cascio, Giovanna Mezzogiorno e Barbora Bobuľová) è tutto fuorché un racconto di cucina. Portata dopo portata, si scopre la dolorosa verità che i commensali devono affrontare e che riguarda Michael e Rick, i loro figli adolescenti che hanno picchiato e ucciso, dandole fuoco, una “homeless”. L’orrendo gesto, ancora impunito, è stato ripreso dagli stessi coi cellulari e messo in rete. Ora i 4 genitori, temendo per il futuro dei propri figli e anche per il loro, si trovano di fronte al doloroso dilemma morale: proteggerli nascondendo la verità, o agire secondo giustizia denunciando il crimine? Se non faranno nulla, i ragazzi potranno farla franca… Ma è la scelta migliore? La risposta deve trovarla ciascuno dentro la propria coscienza. «Non c’è un vero lieto fine quando ci si trova combattuti fra agire secondo moralità e proteggere i propri figli», ha dichiarato Oren Moverman. «Si diventa molto emotivi su questo argomento. Credo che una delle ragioni per cui il romanzo di Koch ha avuto così tanto successo è perché tocca aspetti viscerali di ognuno di noi».

I genitori rivelano il loro punto di vista. Sulle prime Stan sembra aver preso la sua decisione, cioè denunciare il fatto, e si aspetta che anche il fratello lo segua. Ma tutti e 4 si sentono con le spalle al muro e vogliono difendere ciò che hanno. E al tempo stesso conservare la propria posizione nella vita. «In questa situazione dicono qualunque cosa. È scioccante e terribile, ma è quello che spesso facciamo: disumanizzare le altre persone al fine di preservare ciò che vogliamo per noi stessi», ha spiegato ancora il regista. «Credo che ciò che rende il film così interessante è che ognuno a un certo livello è difendibile. Possiamo identificarci con ciascuno di loro», ha commentato Richard Gere. Impeccabilmente congegnato, il dramma dei figli s’intreccia con quello dei 2 fratelli, separati fin dall’infanzia da un rapporto conflittuale. Paul prova risentimento nei confronti del fratello maggiore che ritiene abbia sempre ricevuto maggiori attenzioni da parte della madre. Dei 2, è quello che ha sempre sbagliato le scelte: è un insegnante di storia con sussidio d’invalidità in seguito a un esaurimento nervoso; e soffre dello “status” di successo di Stan. Durante la cena, ognuno rivela fino a che punto è disposto ad arrivare per proteggere chi ama restituendo una rappresentazione feroce della natura selvaggia dell’uomo. Celata sotto la superficie delle convenzioni sociali.

www.videaspa.it

Foto: Videa

stampa

The Dinner 2The Dinner 3


 

Archivio editoriali

http://www.paopao.it

http://www.gmebooks.com

http://stores.ebay.it/pontixlartestore

http://ebay.eu/1MgCWWN