Coolmag - beauty

CoolNatural
Alchemilla
Tisana alchemilla
home - beauty




Cosmesi fai da te: L'alchemilla contro i punti neri

di Eleonora Tarantino

I comedoni sono i tanto detestati punti neri della pelle che si formano sul viso e sul corpo (in particolare spalle e schiena) a causa di un’eccessiva produzione di sebo, microrganismi e tossine. Curarli è importante non solo dal punto di vista estetico, ma anche per evitare problemi d’infezione che vanno al di là del semplice inestetismo. Ad aiutarci è l’alchemilla (della famiglia delle Rosaceae), pianta erbacea dalle proprietà decongestionanti originaria dell'Europa e del Nordamerica, utilizzata fin dai tempi antichi per la sua capacità di bloccare le emorragie. Ne esistono più di 50 specie che crescono nei boschi, nei pascoli umidi, nei prati, sui monti, nei cespugli dei nostri giardini. Quella che viene abitualmente impiegata in fitoterapia è l’alchemilla vulgaris: il suo stelo, verde chiaro dai riflessi rossastri, misura da 10 a 30 cm. Pianta rustica, esibisce soffici foglie a forma di mantello blu-verde coi margini seghettati. Le foglie inferiori sono leggermente pelose, arrotondate, e presentano un picciolo di dimensioni ridotte o quasi nulle man mano che si sale lungo il fusto. Fiorisce tra maggio e ottobre, producendo piccoli fiori gialli tendenti al verde.

Anzitutto effettuate un trattamento di vapore acqueo per dilatare i pori della pelle. Quindi, fate bollire 50 gr. di alchemilla per 10 minuti. Successivamente l’infuso andrà filtrato, raffreddato e applicato con un batuffolo di cotone sulle zone interessate. Il trattamento è possibile anche in presenza di cicatrici. Vi consiglio di eseguirlo 1 o 2 volte alla settimana, accompagnandolo con un’accurata pulizia giornaliera del viso.

stampa

coolmag