Coolmag - beauty

Spa Cowshed
XpresSpa
10 Minute Manicure
home - beauty




Aeroporti? Valgono una Spa

di Eleonora Tarantino

Per combattere lo stress da jet lag, negli aeroporti internazionali sono nate lounge attrezzate come centri benessere. Le 2 Timeless Spa con cui Emirates (www.emirates.com/it/italian) ha impreziosito le lounge First e Business del lussuoso Terminal 3 dell'aeroporto di Dubai, sono oasi dotate di ogni comfort, inclusa la vasca idromassaggio Jacuzzi, che s’ispirano al concetto di benessere collegato alla natura. Fra i trattamenti dal gusto mediorientale: massaggi che stimolano la circolazione sanguigna, scrub, terapie per rendere la pelle più luminosa, prodotti cosmetici come Babor e Sodashi, agli estratti vegetali e naturali. Le Spa sono aperte giorno e notte, 7 giorni su 7, e prevedono agevolazioni per i passeggeri Business e First Class: i primi possono usufruire di 15 minuti di trattamenti gratuiti, mentre gli ospiti di prima classe hanno a disposizione 25 minuti a tariffa ridotta. Ma c'è spazio per chiunque si voglia gustare, fra un volo e l’altro, un po' di relax. Al SuperHub di Hong Kong, ad esempio, la Cathay Pacific (www.cathaypacific.com/it) ha realizzato 4 lounge con servizi come le 24 “cabanas”: sale da bagno private di 35 mq. con vasca, doccia e personale specializzato. All’uscita 23, ecco The Cabin: 1.300 metri quadrati griffati dall’inconfondibile design di Norman Foster. L’aeroporto Fairmont di Vancouver,  può invece contare su una palestra aperta 24 ore su 24 mentre a New York, nel nuovo terminal American Airlines del JFK, la :10 Minute Manicure (www.10minutemanicure.com) è specializzata nella cura delle mani. Chi atterra al Changi Airport di Singapore (www.changiairport.com), dopo molte ore di volo potrà ridare energia al proprio corpo sperimentando il massaggio cranio-sacrale.

E all’aereoporto londinese di Heatrow (www.heathrowairport.com)? Al Terminal 1 troverete Rejuve, club con palestra, area relax e cabine per trattamenti, nonché la Molton Brown Travel Spa che aiuta la pelle a predisporsi all’alta quota. Bisogna invece essere Gold Member, viaggiare “upper class” o pagare 60 sterline per poter accedere alla Spa Cowshed di Virgin Atlantic (www.virgin-atlantic.com): manicure, massaggi anti jet lag, hammam, sauna e Jacuzzi privata. Inoltre, cabina St. Tropez per abbronzarsi con l’aerografo e relax sulle Bubble Chair di Eero Aarnio appese al soffitto fino a bordo acqua. Al terminal 4 dell’aeroporto Barajas di Madrid (www.aena.es), il gruppo alberghiero NH ha inaugurato 2 centri benessere: la Elysium Beauty Spa, ubicata nella zona check in, e la Elysium Travel Spa nel Terminal Satellite, vicino alla Vip Lounge di Iberia. Oltre a idromassaggio, sauna e trattamenti estetici, potrete affidarvi ai massaggi Express da 25 minuti e alla seduta da 10 minuti all'Oxygen Bar. Nella Business Lounge dell'aeroporto di Vienna, l’Austrian Airlines (www.aua.com) ha creato la Sky Spa dove la meditazione è benvenuta negli ambienti aroma e cromoterapici. I trattamenti della Spa Be Relax del parigino Charles de Gaulle, si possono invece prenotare in anticipo sul sito e provarli in uno dei punti relax sparsi nei vari terminals degli scali internazionali. Quello di Amsterdam, Schiphol, vi coccola con la XpresSpa (www.xpresspa.com ), “brand” già presente in vari scali americani. E negli aeroporti italiani? Milano Malpensa (www.malpensa.it) ha la beauty farm Portofino's, Bari (www.aeroportodibari.com) dispone di un percorso ginnico per sgranchirsi le gambe, Roma Fiumicino (www.adr.it) offre il Tonic Beauty Club polisensoriale dove rilassarsi con massaggi olistici, aromaterapia, cromo e musicoterapia.

Foto: Spa Cowshed
XpresSpa
:10 Minute Manicure

stampa

coolmag