Coolmag - beauty

Audrey Hepburn
L'Interdit
Gamma fragranze Givenchy
home - beauty




Givenchy. 5 profumi da festeggiare

di Francesca Corradi

Arriva per la prima volta in Italia L’Interdit, il profumo splendidamente “indossato” dall’attrice Audrey Hepburn. L’avventura di Givenchy Parfums, iniziata nel 1957, viene festeggiata con le riedizioni delle fragranze che hanno scandito la storia del profumo nel mondo. Curata dal naso di Françoise Donche, la collezione comprende 5 grandi “classici” che rappresentano il celebre connubio eleganza/creatività. L’ispirazionehaute couture” e la predilezione per le note fiorite, accomunano questi profumi eclettici come il padre fondatore Hubert de Givenchy, il quale aveva l’abitudine di dire che «Il profumo non è altro che il tocco finale dell’eleganza, la sua carta d’identità». L’Interdit (€ 80), realizzato su misura per l’indimenticabile protagonista di Colazione da Tiffany, svela note delicate, fiorite e pure, nonché un "bouquet" di rosa bulgara, gelsomino e pepe rosa. La rarità e la sensualità di Le De (€ 80), accoppiate a un accordo di mughetto, yang e gelsomino, appartengono invece agli Anni ‘50 e alla donna romantica.

Vetyver del ‘59 (€ 64.20), "eau de toilette" personale di Hubert de Givenchy, ne rispecchia l’immagine di uomo forte, bello, gentile ma soprattutto “di classe”. Il tutto, evidenziato nel “mix” vincente di bergamotto, coriandolo e sandalo. Givenchy III (€ 80), pensato negli Anni ‘70 per la donna forte, emancipata, libera, lavoratrice, vede avvicinarsi alla rosa e al gelsomino le note più maschili del muschio di quercia e del patchouli. Con Eau de Givenchy (€ 55), si respira la gioia di vivere degli Anni ’80 con la combinazione dolce e accattivante di bergamotto, pompelmo, caprifoglio. Il design originale del flacone ideato da Pablo Reinoso (uguale per tutte le mitiche fragranze), sfoggia una base perfetta su un solido sostegno che crea giochi di luce fra vetro trasparente e smerigliato. Alla stregua di un abito d’alta moda, potremmo dire che “cade bene”. Per distinguere le fragranze femminili da quelle maschili, infine, la Maison si è affidata a 2 differenti colori per l’astuccio e le etichette: cioccolato per lui, “champagne rosé” per lei.

www.givenchy.com

Foto: Givenchy

stampa

coolmag