Art

RAME Project. La Street Art a Bassano del Grappa

Una processione di animali che sembrano usciti dalle pagine di un romanzo gotico. Un lungo corteo, sopra un fondale giallo e poi arancio e poi rossosangue, sta per dare inizio a una contestazione intitolata … ma l’amor mio non muore, ispirata all’omonimo libro di Gianni Emilio Simonetti, pubblicato nel 1971 e sottotitolato “Origini, documenti, strategie della cultura alternativa e dell’underground in Italia“, con articoli e testi che manifestano idee, progetti e propositi della generazione del ’68. È il murale di 200 mq. che a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, corre lungo il sottopasso ferroviario di via Tabacco, riqualificato grazie al genio creativo di Ericailcane, street artist fra i più conosciuti in Italia e in Europa. Il suo intervento va ad aggiungersi, nella cittadina, ai blitz rigenerativi e di sviluppo culturale degli spazi urbani trascurati o degradati promossi da RAME, lo Urban Art Project che coordina interventi di graffiti, street art e muralismo.

Ericailcane, impegnato lo scorso novembre per 2 settimane a sprigionare la potenza della propria arte metropolitana, ha evidenziato con orgoglio che parecchie persone durante le fasi realizzative del murale si sono complimentate ringraziandolo per aver fatto rinascere un passaggio assai frequentato ma purtroppo vandalizzato da ormai troppe scritte. … ma l’amor mio non muore è il terzo intervento realizzato dopo quello di Pixel Pancho, sul retro del Vecchio Ospedale, che ritrae un robot con in braccio un Pinocchio/automa; e quello di Koes, in via Portici Lunghi, sui muri sotto il ponte di via Campo Marzio dove un tempo c’era il porto di Bassano. Il Gatto Remondini, protagonista di quest’opera, dialoga con Palazzo Sturm (sede del Museo della Stampa Remondini), il fiume Brenta e gli spazi dell’ex mercato del pesce, attivo fino agli Anni ’50. Ideato dal bassanese Andrea Crestani, il progetto RAME sta insomma costruendo, muro dopo muro, un itinerario di rilevanza internazionale. E a testimoniarlo c’è anche Cento Canesio, al lavoro su un murale (sempre in via Tabacco) ispirato alla bicicletta.

Foto: Ericailcane, … ma l’amor mio non muore, Rame/2018
Pixel Pancho, Infart 6/2012
Koes, Gatto Remondini, Rame/2018

Share: